Come ritrovare l'equilibrio in primavera con lo yoga

Guida Guida

Dopo mesi di temperature rigide e giornate brevi, la primavera dà una scossa di energia positiva che va metabolizzata per essere sfruttata al meglio. Provate con lo yoga!

Il passaggio dall'inverno alla primavera si riflette in molti modi sul nostro organismo. L'adattamento del bioritmo all'aumentata quantità di luce e alle nuove temperature causa da un lato iperattività, insonnia e stress, dall'altro spossatezza, sonnolenza e stanchezza. Ritrovare l'equilbrio in questo delicato passaggio si può, magari aiutandosi con la disciplina antica dello yoga.
 

Lo yoga può essere un'ottima soluzione per aiutare l'organismo a lasciar fluire l'energia vitale e di rinnovamento.

Innanzitutto bisogna cercare un momento di silenzio e di rilassamento, respirando profondamente secondo le tecniche Pranayama, "dominio dell'energia vitale". La respirazione nella pratica yoga favorisce la circolazione e lo smaltimento delle tossine.

Riempite d'aria l'addome e il torace, ampliando bene il diaframma, e trattenete il respiro qualche secondo. Poi, espirate lentamente, svuotando bene tutta l'aria facendo leva su addome e torace.Per facilitare la purificazione del sangue e per favorire il flusso dell'energia individuale, attraverso il fegato - considerato dalla Medicina Tradizionale Cinese uno dei cinque organi principali, da cui dipendono il benessere fisico della persona e le funzioni corporee - è utile praticare alcune asana.

Vi proponiamo ora due asana utili a favorire la purificazione e la circolazione del sangue.

La prima è chiamata "posizione del grande gesto":

  • Sedetevi a gambe aperte, con il busto dritto.
  • Piegate la gamba sinistra portando il tallone verso il perineo e lasciando il ginocchio a terra.
  • Ruotate il busto verso la gamba destra e scendete verso la gamba stessa, espirando.
  • Cercate di appoggiare gli avambracci a terra, lateralmente rispetto alla gamba.
  • Tenete la posizione, inspirando ed espirando. Poi ripetete sulla gamba sinistra.


La seconda posizione è chiamata "respiro del pesce":

  • Sedetevi a gambe flesse e incrociate, tenendo il busto dritto.
  • Inspirate, tenendo l'aria in bocca e gonfiando le guance.
  • Espirate di colpo, aprendo la bocca.
  • Ripetete l'esercizio, aumentando progressivamente il tempo in cui tenete il respiro.

 Lo stato di relax: yoga antistress

Foto © Dmitry Sunagatov - Fotolia.com

Praticate queste posizioni quotidianamente finchè il vostro organismo ve lo richiede, fino all'adattamento ai nuovi, intensi ritmi primaverili

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI