Come allenarsi in spiaggia con il beach tennis: la preparazione

Guida Guida

Praticare beach tennis non è difficile ma bisogna essere veloci e precisi nei movimenti. Preparatevi con l'allenamento funzionale!  

Il beach tennis somiglia molto al tennis tradizionale, ma presenta delle piccole e sostanziali differenze: si gioca sulla sabbia morbida anziché sul classico terreno di gioco e si usano speciali racchette senza corda.

La palla non deve mai toccare terra, la rete è leggermente più alta che nel tennis e il campo invece più piccolo.

Una partita di beach tennis è impegnativa, fatta di scatti e controscatti per non far cadere la palla: dovete avere gambe, spalle e addominali in forma!

Infatti, per poter prendere la palla dovete muovervi molto velocemente: tali movimenti di gambe e braccia tonificano tutti i muscoli del corpo.

Potete praticare il beach tennis anche senza una preparazione specifica: potrete imparare man mano e di volta in volta i vostri muscoli si rinforzano e migliorerà la velocità e la forza.

Ma se volete fare una bella partita divertente ed entusiasmante e costruirvi un "fisico da spiaggia", prevenendo anche l'insorgere di infortuni legati alla pratica su fondo morbido, meglio partire allenate.

Dovete alternare diverse tipologie di allenamento alla gara vera e propria di beach tennis.

Diverso è l'allenamento durante l'anno e quello in prossimità delle gare:

  • durante l'anno, dovete allenare la resistenza e la forza;
  • in vicinanza alle gare insistete sulla velocità e sui tempi di reazione.

Per preparare il fiato e la resistenza, dovete dedicarvi a sport di resistenza con forte impegno muscolare come sci di fondo o ciclismo. Potete fare questo allenamento per due volte a settimana.

Alternate l'allenamento aerobico con allenamento muscolare della forza: dovete allenare addominali, schiena, gambe e glutei e pettorali.

Dedicate anche tempo a migliorare la mobilità articolare e la flessibilità, così da prevenire infortuni e riuscire a eseguire i movimenti del beach tennis senza farvi male. Fate quindi stretching specifico per le braccia e le gambe.

Più vi avvicinate alle gare, più dovete sviluppare velocità e reattività in fase di gioco. Cercate di eseguire esercizi che richiamano i gesti del beach volley, usando magari cavi ed elastici.

Qualche esempio:

  • tirate dei bicipiti con bilanciere o pesi, 15 ripetizioni;
  • squat per 15 ripetizioni;
  • addominali sdraiate con ginocchia al petto per 15 volte.

Aggiungete la corsa almeno due volte alla settimana:
ripetute da 15-20 metri a velocità massima, per 6 serie, sulla sabbia.
Per esempio? Fate 4 scatti da 15 metri sul campo di sabbia; fate due scatti da 30 metri; fate uno scatto da 60 metri. 

Foto © JackF - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI