Walking urbano: consigli per l'uso

Guida Guida

Preziosi consigli e suggerimenti per chi vuole iniziare a camminare per mantenersi in forma!

Abbiamo parlato nei precedenti post del fitwalking e della camminata sportiva, come modi alternativi per allenarsi: a basso impatto e di sicuro più economici della palestra per mantenersi in forma!

Oggi vi diamo qualche consiglio specifico per la camminata sportiva: per praticarla al meglio e godere di tutti i benefici.

Gradualità e continuità sono i primi obiettivi da tenere in mente quando si parla di camminata.

Se vogliamo infatti tornare o rimanere in forma, dobbiamo allenarci con costanza. E non solo...continuate a leggere!

Gradualità: iniziare in modo graduale adeguando quantità e qualità dell’esercizio al proprio livello fisico e sportivo, per non farsi male e non affaticarsi troppo, facendosi scoraggiare dall'intensità dell'allenamento.

Continuità: meglio uscire almeno 4 volte a settimana, mantenendo la regola di almeno 150 minuti di attività fisica a settimana. La saltuarietà nell’esercizio fisico non consente di ottenere buoni risultati per la salute, per il benessere o per la performance sportiva.

Porsi degli obiettivi: bisogna avere ben chiari gli obiettivi che si vogliono ottenere. Questa è la base per essere motivati alla pratica. Gli obiettivi possono essere molti: salute, benessere, dimagrimento, sport, aggregazione ecc …

"Usare" la città: anche la città può divenire un buon luogo per camminare. Non si tratta di utilizzarla solo ed unicamente per l’allenamento, ma come palestra che integra la pratica; camminare in città deve divenire un’abitudine.


Quando andare: saper scegliere gli orari in cui praticare walking è molto importante. In estate è meglio evitare le ore più calde, in inverno quelle più fredde. Mai andare subito dopo aver mangiato (anche solo colazione), ma permettere la digestione.


Come vestirsi:  in modo corretto. Lasciare la maggior parte di cute scoperta in estate in modo da permettere un adeguato scambio termico, usare sempre un cappellino per proteggere il capo, e prodotti per la protezione solare; coprirsi, ma non esagerare, in inverno. Bisogna ricordarsi che muovendoci produciamo calore e ci scaldiamo naturalmente. Se siamo troppo vestite dopo poco tempo sentiremo caldo, suderemo molto con rischio di perdere eccesivi liquidi.

Sole o in gruppo? L’evidenza ci direbbe che il camminare, il fare fitwalking, porta ad una forte ricerca di aggregazione e pertanto parrebbe preferibile camminare in compagnia. In effetti ciò è giusto se vi è omogeneità nel gruppo di camminatori. Evitare di andare con chi va molto più veloce, sarebbe un impegno eccessivo e un peso per il compagno più veloce. I più sportivi preferisco spesso uscire soli – giusto - perché così possono adeguare ogni uscita al loro impegno ed obiettivo.

 

foto: © Jacek Chabraszewski - Fotolia.com



 

Maurizio Damilano è campione olimpico di marcia a Mosca 1980, due volte campione mondiale nella 20km e ideatore insieme al fratello Giorgio del Fitwalking,

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI