Cos’è la sindrome di Hermione?

Notizia Notizia

Mai sentito parlare della sindrome di Hermione? Si tratta di un fenomeno diffuso in tutto il mondo, strettamente legato al gender gap sul mondo del lavoro.  

Eccellenti a scuola, brillanti nei risultati ed esempio da seguire per compagni e colleghi, sottopagate e sottovalutate nel mondo del lavoro. È quello che succede, in genere, a tantissime donne che a scuola hanno ottenuto il massimo dei voti, ma non riescono ad ottenere lo stesso dal punto di vista professionale. Il termine utilizzato per descrivere questo fenomeno è sindrome di Hermione.

Foto:  © Warner Bros / lapresse

Discriminazioni basate sul genere, molestie sessuali – anche solo verbali - e soprusi sono condizioni alle quali le donne sono costrette a sottostare nei luoghi di lavoro. Il gender gap è uno dei problemi principali, ma non è il solo. La sindrome di Hermione ha, infatti, origini ben più complesse.

La sindrome di Hermione: dal gender gap al confidence gap

La psicologa americana Lisa Darmour ha spiegato che una grossa fetta della difficoltà nel raggiungere una posizione lavorativa soddisfacente dal punto di vista del ruolo e della remunerazione è legata alla fiducia. Quello che succede nel mondo del lavoro è infatti che molto spesso uomini sottoqualificati e che non hanno la giusta preparazione per un determinato ruolo si buttano e vengono assunti per una posizione per la quale non sarebbero idonei al 100%. Al contrario, donne con una preparazione elevatissima sono frenate perché non hanno abbastanza fiducia in sé stesse.

Photo by Jaap Buitendijk/LaPresse

È come se il periodo scolastico fosse una fabbrica di fiducia per gli uomini, che imparano a cavarsela anche se hanno scarse capacità e a raggiungere gli obiettivi senza faticare troppo, e di competenze per le donne, che al contrario si impegnano per evitare gli errori, per essere sempre al top perché sono fiduciose solo quando sanno di essere perfette.

La sindrome di Hermione: fiducia Vs competenza

Succede allora che le donne non si fidano delle proprie capacità, sebbene queste ultime siano superiori a quelle di molti uomini, in quanto ritengono di non poter ottenere grandi risultati se non sono delle perfezioniste in tutto quello che fanno, perdendosi così le 1000 sfumature esistenti fra il fallimento e la perfezione e rinunciando a priori. 

A questo punto ci si potrebbe chiedere: come si fa a superare il gap fra la fiducia e la competenza? La Damour sostiene che i genitori dovrebbero smetterla di elogiare le figlie che si impegnano in modo esagerato. Dovrebbero aiutarle, invece, a sviluppare un’economia dello sforzo che le porterà ad avere meno ansia all’università prima, nel mondo del lavoro in un secondo momento. Il confidence gap è sicuramente un retaggio della sottomissione vissuta dalle donne nei millenni, ma le tradizioni, si sa, non devono essere sempre rispettate. Soprattutto in casi come questo. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI