Champagne, gli abbinamenti gastronomici più sfiziosi

Guida Guida

Dai primi piatti più sfiziosi agli abbinamenti infallibili: idee e consigli per gustare al meglio il pregiato vino francese.

Dai primi piatti più sfiziosi agli abbinamenti infallibili: idee e consigli per gustare al meglio il pregiato vino francese.
Ti potrebbero interessare

Quali sono gli abbinamenti culinari con lo Champagne che ci permettono di apprezzarlo al meglio? Con quali cibi si sposa alla perfezione e come è bene servirlo nell’ambito di un aperitivo o di una cena importante?

Ostriche e caviale ma non solo: ecco quali sono le combinazioni ideali e i piatti da mangiare con il pregiato vino spumante francese.

Gli abbinamenti dello champagne per un aperitivo sfizioso

L’aperitivo svolge un ruolo importante: nell’ambito di un pranzo o una cena, permette di stuzzicare il palato con portate accattivanti ma non troppo elaborate. In caso contrario, si rischierebbe di non apprezzare il primo o il secondo. Fortunatamente, lo Champagne si presta in maniera ideale ad un pre dinner di successo in quanto ben si accosta a molti salumi e formaggi, protagonisti assoluti di ogni aperitivo che si rispetti.

Champagne e salumi

Non possiamo che iniziare dall’abbinamento Champagne mortadella. Apparentemente due ingredienti poco compatibili, il loro matrimonio è oramai consolidato. Servite la mortadella a cubetti disposti ordinatamente su un vassoio, o tagliatela sottilmente e distribuitela su delle fette di pane da gustare in accompagnamento a un Dom Perignon, magari. Ma l’abbinamento Champagne salumi (di qualità) non si esaurisce alla sola chicca della gastronomia emiliana: anche il culatello merita un posto d’onore. Si accompagna magnificamente a tale pregiato vino spumante.

Champagne e formaggi

Formaggi e bollicine, un’accoppiata perfetta: tra i primi, quelli che si sposano al meglio con lo Champagne sono i formaggi freschi, come ad esempio quelli di capra, che risultano gustosi ma non prevalgono (col rischio di annullarlo) sul sapore dello Champagne. In via generale quindi, è bene prediligere formaggi dai sapori delicati: un’idea per l’aperitivo? Abbinatene tre diversi (ma non troppo intensi in quanto a gusto) in un piatto da accompagnare allo Champagne.

Champagne e ostriche

Champagne, gli abbinamenti culinari dall’antipasto al dolce

Altrettanto importanti risultano gli abbinamenti gastronomici nell’ambito degli antipasti, dei primi e dei secondi piatti, che devono essere ben curati e mai lasciati al caso per evitare il rischio di servire un menù poco bilanciato nei sapori.

Antipasti per Champagne: le tartine e gli stuzzichini

A tal proposito, gli stuzzichini che si sposano bene con tale pregiata tipologia di vino francese sono sicuramente le tartine. Qualche idea su come farcirle? Optate per dei carpacci di spada o polpo, per il classico caviale, per una crema al tartufo o, ancora, per dei funghi porcini, magari sotto forma di paté. Tra i finger food, con lo Champagne si abbinano bene delle chips di formaggio o dei vol au vent ai gamberi.

I primi piatti da abbinare allo Champagne

Da semplice accompagnamento, il celebre vino diventa protagonista assoluto come ingrediente di primi piatti di successo. Dati i risaputi ottimi abbinamenti con il pesce, non si possono non citare il risotto allo Champagne e gamberi e quello con il salmone, mentre una variante vegetariana è costituita dal classico risotto allo Champagne. Volendo, però, si può semplicemente sorseggiare gustando un piatto di tagliatelle ai funghi, di spaghetti alle vongole o di risotto allo zafferano.

Secondi piatti e Champagne

Passiamo ai secondi piatti che, insieme ai primi, rappresentano una delle portate principali del pasto. Oltre a poter abbinare un bicchiere di Champagne ad un semplice filetto arrosto o a un lombo di agnello farcito, si può optare per del pesce: l’astice o l’aragosta alla griglia, ad esempio, si gustano benissimo con uno Chardonnay. Un altro secondo da non sottovalutare è il classico bollito di crostacei.

Un cenno meritano, infine, gli abbinamenti dello Champagne con la frutta (servitelo con fragole, mirtilli, lamponi freschi con o senza panna) e con i dessert. Spesso trascurato, l’abbinamento tra Champagne e dolci non solo è consentito, ma anche consigliato. La regola generale è, però, quella di optare per un demi-sec. Una ricetta da provare a tal proposito? Quella del gelato allo Champagne.

Non si può non constatare la grande versatilità dello Champagne in cucina. Vi abbiamo presentato i suggerimenti sugli accostamenti assodati, nulla vieta, ovviamente, di sperimentare nuovi ed insoliti accostamenti.

Cucina e ricette
SEGUICI