Cosa fare se lui è sposato

Uomo sposato? La prima regola sarebbe scappare a gambe levate: ma se ormai ci sei caduta e non sapevi che fosse già impegnato, impara a gestire la situazione per non soffrire (e provocare sofferenza).

L'hai conosciuto, vi siete piaciuti in un batter d'occhio e avete iniziato una storia degna di un colpo di fulmine da manuale. Tutto perfetto finchè non scopri che lui ha omesso un particolare: è sposato.

Ecco come comportarsi se si scopre che il proprio lui ha un'altra vita, un'altra donna (che è arrivata prima di te) e soprattutto una fede al dito.

Essere l'altra

Non è facile, non è sempre sinonimo di rovina-famiglie, anzi. Un detto popolare (ma alquanto veritiero) recita "al cuor non si comanda" e non si può sempre scegliere di chi innamorarsi.

Scoprire che lui è sposato, che è di un'altra donna non è un boccone facile da digerire. E recitare la parte dell'amante è spesso scomodo e può rendere decisamente infelici.

Come gestire la situazione?

- Scappare a gambe levate sarebbe la soluzione migliore anche se, nella maggior parte dei casi, è quella che non si realizza mai.

Il fatto che lui sia già sposato non preclude un futuro insieme: se il sentimento è sincero da ambe le parti, portrebbe essere l'inizio di una relazione "alla luce del sole". Certo, va comunque detto che è comportamento comune per la maggior parte degli uomini, che strada facendo inciampano dando vita a un'altra storia, non chiudere con la compagna ufficiale.

Molti infatti mantengono una situazione di equilibrio apparente tra moglie e amante.

Questa situazione può solo provocare dolore quindi è bene, se si è in tempo, lasciar perdere un uomo che vive già un'altra realtà affettiva.

- Chiediti se la vostra storia ha un futuro: il pasticcio è già stato fatto, tra voi è già scoppiato qualcosa quindi tanto vale trarne delle conclusioni.

Capisci le sue intenzioni: fondamentale è capire se tra di voi potrà mai nascere un rapporto ufficiale.

- Non accomodarti troppo ma pretendi, se hai delle esigenze: ovvero se il ruolo dell'amante ti sta stretto non esitare a farglielo capire. In primis dev'esserci la tua serenità, un legame privo di essa non è un legame sano.

- Non fare tu il primo passo: ovvero mantieniti perfettamente estranea alla sua vita, non cercare di avvicinare la sua lei e nemmeno di lanciare (o lasciare) segnali che facciano percepire la tua presenza.

Ricorda: se il vostro è un sentimento che va oltre ad ogni ostacolo sarà lui, in modo sincero e volenteroso, a dover "informare" la moglie e a rendere tutto limpido e chiaro.

Non giustificarlo: tante scuse spesso celano soltanto paure o insicurezze. Quando si ama, e quando non si ama più, è inevitabile seguire il proprio istinto nella ricerca di serenità e soddisfazione.

Quindi non ci sono alimenti da pagare, figli a rischio "sottrazione" o battaglie legali che tengano. Se vuole chiudere una storia usurata in favore di un sentimento nuovo lo farà.

Ogni storia presenta le proprie caratteristiche, non parliamo quindi di regole ma solo di consigli, nell'intento di far presente che è fondamentale pensare alla propria serenità. E che essa deve arrivare da un sentimento vero e vissuto appieno.

Il consiglio

Un ottima consigliera? La lettura. Cade alla perfezione il testo "Se il tuo lui è sposato", scritto a quattro mani dalle psicologhe e psicoterapeute Monica Morganti e Sara Eba Di Vaio e edito da Franco Angeli Editore, che affronta da tutte le angolazioni il tema che abbiamo affrontato.

Ti potrebbero interessare...
Facebook page
Twitter
Google+ page
Pinterest
Instagram