Come praticare correttamente il bondage

Guida Guida

Tra le lenzuola, qualche volta, è bene regalarsi svaghi e trasgressioni: scopriamo da vicino il bondage, e come praticarlo correttamente.

Ogni coppia, in camera da letto, ha il diritto di sperimentare, un po' per curiosità e un po' per trasgressione. Scopriamo di più circa il bondage per vedere come praticarlo in modo corretto.

Di cosa si tratta?

Il bondage è un'arte di origine giapponese (lì viene chiamata Shibari, e in origine era un modo per legare e bloccare i prigionieri) che consiste nel legare il partner mediante la creazioni di nodi e posizioni particolari. Perché si pratica? Perché, il corpo legato in determinati modi mira a soddisfare la vista, a sortire un'emozione estetica dal profondo appeal erotico in chi guarda.

Qual'è il senso della pratica del bondage?

Il senso sta nello slegare l'altro: è un atto di donazione del corpo al partner, ed è un atto molto sensuale che non obbligatoriamente deve culminare con un rapporto completo, atto che deriva comunque dalla grande atmosfera che si crea e dal fatto che, tramite questo tipo di legature, le sensazioni che si provano risultano alquanto amplificate e intensificate.

Va detto però che oltre ad essere un atto dalla grande tradizione, è comunque una pratica molto pericolosa. Veniamo a noi a vediamo come praticarla correttamente:

- Anzitutto la voglia di sperimentare dev'essere di entrambi i partner: se chi si fa legare non desidera appieno vivere quest'esperienza, essa potrebbe rivelarsi alquanto fastidiosa o a dir poco fastidiosa. Fondamentale quindi è il consenso e la curiosità di entrambi.

- Non prendete la cosa troppo sul serio: ovvero un pizzico di ironia ci vuole, tra nodi e legacci, almeno durante le prime esperienze qualche gaffes è d'obbligo.

- Prima di passare alla pratica, è bene parlarne. Decidete come procedere, che risultato volete raggiungere e documentatevi: certe parti del corpo infatti non vanno assolutamente legate in quanto possono diventare un vero pericolo per la salute, talvolta per la vita. Mai legare collo, vene in vista e poco protette (ad esempio l'interno dei gomiti), viso, seno e ginocchia.

Ricorda: Tenere sempre a portata di mano delle forbici per slegare l'altro in caso di emergenza.

- Scegliete fino a che punto volete arrivare, stabilite un limite e rispettate a vicenda le richieste dell'altro. Va sempre rispettata la consensualità e inoltre, non ripetete l'esperienza se al suo termine non vi provoca una sensazione di benessere.

All'interno della sfera sessuale è bello sperimentare, sempre nel rispetto dell'altro e documentandosi in caso di pratiche estreme come questa. E nel caso non si fosse ferratissimi in materia, si può semplicemente prendere una piccola ispirazione!

 

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI