Come capire quando la crema solare è scaduta

Guida Guida

Ecco tutti i trucchi per capire se una crema o un olio solare sono da buttare o si possono continuare ad usare.

Le vacanze, ormai, sono finite per tutti: cosa fare di tutte quelle creme avanzate e, soprattutto, come capire se sono scadute o se si potranno ancora utilizzare il prossimo anno?
Ogni flacone di crema o di olio solare riporta per legge la data di scadenza sulla confezione.

Ecco come riconoscerla e come comportarsi qualora una crema solare fosse scaduta:

Prendete il vostro prodotto solare e cercate il simbolo Pao (rappresentato sempre dal disegno di un barattolo aperto). All'interno del barattolo troverete un numero e una M che sta ad indicare i mesi entro i quali potrete utilizzare il cosmetico. Se, ad esempio, sul vostro flacone leggerete "12 M", vorrà dire che dal momento dell'apertura della crema, potrete utilizzarla per un anno, se leggerete "24 M", per due anni e così via.

Credit: blankstock - Fotolia.com

Superato il tempo contrassegnato sul flacone, la crema perderà la sua efficacia, dunque l'applicazione prima e durante l'esposizione al sole potrebbe essere molto rischiosa e provocare scottature anche gravi.

Ma, una volta superata la data di scadenza, la crema solare va buttata?

Non per forza. Raggiunti i mesi indicati dal simbolo Pao, infatti, la crema solare perde la sua efficacia, ma può comunque continuare ad essere utilizzata come crema idratante. Questo vale sia per i prodotti corpo che per quelli viso.

Prima di utilizzare qualunque solare scaduto come cosmetico da tutti i giorni, però, ricordatevi di controllare che il prodotto non sia alterato nell'odore, nel colore o nella consistenza. Se doveste notare qualcosa di strano, meglio buttarlo.

Credit: verona_studio - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI