Manicure russa: la nuova tendenza della nail art

Notizia Notizia

La manicure russa è un'alternativa alla classica manicure e permette di ottenere unghie senza imperfezioni. Ecco cos'è e come si fa.

Manicure russa: la nuova tendenza della nail art

Avete mai sentito parlare della manicure russa? Chiamata anche “kombi manicure” o “metodo soak-off”, questa tipologia di cura delle unghie si sta diffondendo sempre più nei centri estetici italiani. Ma cos’è di preciso e cosa cambia rispetto ad una tradizionale manicure?

La manicure russa è una delle ultime novità nel panorama dell’estetica: permette di ottenere unghie perfette e naturali, nonché mani ordinate in poche mosse rendendo molto più semplice anche la ricostruzione in gel o l’applicazione di un qualunque smalto.

Ma praticamente come si effettua la manicure russa?

Questa tecnica di manicure richiede l’utilizzo di varie punte di fresa specifiche per le cuticole e, in particolare, delle cosiddette punte diamantate. Si tratta di punte robuste, ma non eccessivamente abrasive, che consentono di eliminare le cuticole in eccesso, preparando bene l’unghia all’applicazione del gel o dell’acrilico.

L’operazione di pulizia dell’unghia e di rimozione delle cuticole va, ovviamente, svolta da personale esperto (onicotecniche o estetiste specializzate) con la massima attenzione, per evitare ferite o fastidiose e dolorose escoriazioni, con fresa professionale, fornita di punte adatte a questo tipo di manicure, tutte accuratamente sterilizzate. 

 

Un post condiviso da Elena (@elenails_torino) in data:

Un perfetto svolgimento della manicure russa, permette ad ogni onicotecnica di lavorare meglio, avendo più spazio per poter stendere accuratamente gel o smalto (normale o semipermanente) fino alle cuticole e per eseguire decorazioni più ampie e senza il rischio di imperfezioni.

Ma qual è la principale differenza con la classica manicure in acqua?

A differenza della classica manicure che prevede l’immersione delle mani in acqua tiepida per alcuni minuti, prima di procedere all’applicazione di gel o smalti di vario genere, la manicure russa non prevede l’utilizzo dell’acqua.

Anche per questo viene definita una dry manicure (manicure a secco)!

Mentre la classica manicure in ammollo tende ad ammorbidire cuticole e unghie, rendendo spesso difficile l’adesione del gel e/o acrilico, la manicure russa oltrepassa questo problema, eliminando cuticole e pellicine in eccesso senza indebolire o ammorbidire a parete ungueale e senza compromettere la riuscita della nail art.

Sempre più spesso le onicotecniche propongono questa innovativa e rapida tecnica alle proprie clienti. Se anche la vostra estetista o nail artist di fiducia dovesse proporvela, non abbiate timore di provare, poiché non c’è nulla di pericoloso!

>>>> LEGGI ANCHE Lo speciale Manicure: idee per decorare le unghie

Foto nailpro.it

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI