Termoarredo di design: non solo caldo per la tua casa

Guida Guida

Architetto e designer d'interni
Silvia Giudici

Termoarredo: il termosifone si fonde all'arredamento e diventa di design, come? L'elemento "brutto" ma funzionale diventa anche bello e arreda oltre a fornire calore.

Il design contemporaneo sempre alla ricerca di nuove sfide da affrontare non poteva certo trascurare il settore del riscaldamento che fino ad una decina di anni fa si limitava a proporre semplici radiatori in ghisa e alluminio fornendo come spunto d'eccellenza l'utilizzo dello scaldasalviette nei locali bagno; a partire da ciò il passo dal concetto di “radiatore” a quello di “termoarredo” è stato breve.

La funzione di riscaldare è oggi associata a quella, non meno importante, di integrarsi perfettamente all’interno dell’ambiente attraverso l’uso sapiente di materiali e tecnologie all’avanguardia

Il risultato è un prodotto versatile di svariate forme e dimensioni che, a seconda delle caratteristiche possedute, può rientrare in una delle seguenti categorie:

 

  • Design minimal: l’integrazione avviene attraverso l’utilizzo di un corpo scaldante dalle linee semplici ed essenziali. L’obiettivo è quello di far quasi scomparire l’oggetto fra l’arredo esistente. In questo caso la funzione primaria del termoarredo svolge il ruolo principale mentre il suo valore estetico è messo in secondo piano.


Credit: Matteo Thun e Antonio Rodriguez per Antrax

Si integra nello spazio senza diventarne il protagonista. Può essere utilizzato anche come mensola e porta oggetti oltre che per la sua funzione primaria. Realizzato in alluminio estruso è posizionabile sia orizzontalmente che verticalmente.


Credit: Dante O. Benini e Luca Gonzo per Antrax

Una lama sottile installabile sia orizzontalmente che verticalmente con uno spazio per appendere salviette e altri oggetti. Premiato con il Red Dot Design Award. Realizzato con un profilato in alluminio ed un sistema di assemblaggio studiato per ridurre il più possibile il contenuto d’acqua al fine di massimizzarne la resa.
 

  • Oggetto di design: il corpo scaldante assume una sua autonomia e si affianca agli altri elementi come un oggetto da guardare e non da scorgere occasionalmente come nel primo caso. Il radiatore assume i tratti di un vero e proprio elemento d’arredo, e laddove la scelta si spostasse su un elemento dal design deciso e vistoso questo caratterizzerà l’ambiente redendolo unico.


Credit: Graffe – Studio Lucarelli Rapisarda per Scirocco

Termoarredo che trae ispirazione dal periodo Pop dove la forma e la funzione a volte corrono su binari paralleli intrecciandosi in modi inusuali. Disponibile nella finitura acciaio cromato o in finitura colorata, bianco e nero opachi.

  
Credit:Tiki – Carlo Martino per Ad hoc

Il corpo scaldante si stacca dalle pareti per assumere una sua autonomia, il cilindro appeso al soffitto diffonde calore e contemporaneamente definisce lo spazio circostante come una scultura.

Il termoarredo rivoluziona il tradizionale concetto di elementobrutto” ma funzionale, rappresentando invece il lampante esempio di come utilitas e venustas possano coniugarsi perfettamente mediante un attento studio dei materiali, delle forme e delle finiture di un oggetto.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI