Come decorare un copriletto con la tecnica batik

Guida Guida

Vuoi dare un po' di brio alla tua camera da letto cambiando il tuo copriletto? Decora la stoffa con una tecnica antica e affascinante come quella del Batik.

Vuoi cambiare qualcosa nella tua camera da letto per darle un po' di brio e personalizzarla? Scopri come decorare la stoffa del copriletto con la tecnica del batik.

Una volta scelta la stoffa da dipingere, meglio se in fibra naturale come seta, cotone e lino, munisciti di pennelli (piatti o a punta tonda), tintura per tessuti, bacinelle per il bagno di colore e cera d’api pura o sciolta con paraffina. Anche se non è indispensabile, puoi servirti di un telaio a cui applicherai il tessuto, con delle puntine per lavorare più facilmente. I colori per batik si possono sciogliere in acqua calda oppure in acqua fredda: nel primo caso la tintura dura al massimo mezz’ora, nel secondo caso il bagno di colore è di un’ora circa.

La cera va sciolta a bagnomaria ad una temperatura di 60-70 gradi.

Quando è pronta, stendila con il pennello e assicurati che penetri bene nel tessuto senza formare crepe, altrimenti il colore passerà: ricorda infatti che la tinta penetra laddove non c’è la cera, quindi devi pensare al tuo disegno in negativo. Puoi applicare la cera anche con lo tjang ting uno strumento costituito da un manico in legno a cui è saldata una cavità con un beccuccio. Lo tjang ting permette di stendere la cera con un flusso continuo realizzando così un lavoro di precisione.

Terminata  questa delicata operazione, passa alla tintura immergendo la stoffa nel bagno di colore che non deve superare i 30 gradi per evitare lo scioglimento della cera. Raggiunta la tonalità desiderata, togli il tessuto, lavandolo in acqua fredda e stendilo su un piano per farlo asciugare. Quindi asporta la cera appoggiando la stoffa tra due fogli di giornale e passando sopra il ferro da stiro caldo: la cera si staccherà dalla stoffa aderendo alla carta. Et voilà, il tuo batik è pronto per essere sfoggiato.

foto © hofred - Fotolia.com

Se vuoi fare un batik a più colori, tieni presente che i bagni di tintura vanno fatti in fasi successive coprendo con la cera, di volta in volta, le parti che non vanno colorate con la nuova tinta.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI