Come scegliere i lucernari per la mansarda

Guida Guida

I lucernari: aperture ideali per l’illuminazione naturale e l’aerazione della mansarda e di tutti i locali del sottotetto. 

Il lucernario è la tipica apertura che dà luce al sottotetto e alla mansarda: è quel tipo di finestra inclinata, inserita nella falda ma è anche una struttura vetrata, vicina alla linea di colmo del tetto, che determina un’illuminazione zenitale.

Il lucernario consente notevoli vantaggi in termini d’illuminazione naturale, infatti il passaggio di luce attraverso un lucernario è superiore rispetto ad una tradizionale finestra verticale: la quantità di luce, provenendo dall’alto, ha un’intensità maggiore.

Un altro vantaggio consiste nel fatto che dall’esterno la visibilità di un lucernario è davvero minima e quindi installarlo comporta un basso impatto visivo in edifici storici e di valore.

Per contro però vi sono alcuni svantaggi come una certa difficoltà nelle quotidiane operazioni di pulizia, manutenzione, apertura e chiusura soprattutto se il lucernario è in prossimità del colmo: si può tuttavia sopperire utilizzando attrezzi speciali per la pulizia e l’apertura nonché installare meccanismi elettrocomandati.

Purtroppo poi la quantità di calore che entra dall’alto, così come accade per la luce, ha una maggior intensità per cui se non ci si dota di efficaci sistemi di oscuramento oppure di un idoneo sistema di climatizzazione si rischia di soffrire molto il caldo.

Con i lucernari inoltre, a causa dell’apertura obliqua, il cambio d’aria è meno efficace rispetto alle tradizionali finestre verticali e questo svantaggio aumenta man mano che le aperture sono posizionate vicino al colmo del tetto: infatti la direzione prevalente dell’aria è orizzontale e parallela al suolo. Con alcuni accorgimenti puoi comunque mitigare tali difetti; ad esempio contro l’eccessivo soleggiamento puoi trovare in commercio innumerevoli modelli di tende da sole (riflettenti, interne ed esterne) oppure per il problema del cambio d’aria si possono installare due lucernari consecutivi o dei finestrini sottogronda.

I lucernari possono avere l’apertura a bilico oppure a compasso: nel primo caso il lucernario deve essere installato su un tetto con almeno una pendenza compresa tra i 15° e i 90°, nel secondo caso la pendenza deve essere più bassa tra i 15° e i 45°. Il lucernario con apertura a bilico è la soluzione più frequente perché meno costosa, inoltre rende più facili le operazioni di pulizia, agevola il riciclo dell’aria e non pone problemi di posizionamento. Viceversa il lucernario con apertura a compasso ha il vantaggio di non invadere con l’anta lo spazio interno e di poter rimanere aperta anche in caso di pioggia.

foto © Kasia Bialasiewicz - Fotolia.com

Lucernari e grondaie

Esiste anche un tipologia di lucernario che comprende una porzione verticale da installare sulla facciata: è la soluzione ideale se non c’è una gronda di pregio. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI