Come riconoscere un mobile antico in stile barocco

Guida Guida

Impara a riconoscere le principali caratteristiche di un mobile d’antiquariato risalente al periodo Barocco. 

Lo stile Barocco nato presso le corti pontificie romane seicentesche, ben presto si diffonde nel resto d’Italia affermandosi però in numerosi varianti che rispecchiano la frammentazione politica tipica del tempo.
I mobili d’arredo risalenti al periodo Barocco, grazie all’introduzione di linee curve e sinuose, perdono la rigidità accademica tipica dello stile precedente e si impongono ben presto in tutte le corti del tempo.

Le tecniche di decorazione e intarsio si perfezionano al punto tale che i mobili diventano sempre più sontuosi e pregiati.

Il tipo di legno che gode di maggior fortuna in tutto il Seicento è l’ebano usato soprattutto per realizzare stipi e mobili di rappresentanza, mentre il noce e altri legni più economici vengono molto spesso dorati. I mobili vengono spesso arricchiti con marmi e con intarsi di pietre dure, madreperla ed osso. Accanto a broccati di seta e velluti damascati troviamo tessuti ricamati con fili d’oro e cuoio colorato.

Le sedie barocche si distinguono per essere molto più comode rispetto i sedili cinquecenteschi, infatti le sedute e le spalliere vengono spesso imbottite, i braccioli risultano incurvati e spesso intagliati come avviene per le gambe: la massima espressione di questo tipo di decorazione è rappresentata dalle poltrone realizzate da Andrea Brustolon (1662-1732) il celebre ebanista veneto famoso per i suoi intagli scultorei.

Il tavolo barocco presenta solitamente un piano in marmo pregiato sorretto da elementi intagliati e dorati con estrema ricchezza e cura tanto da sembrare delle vere e proprie sculture. I cassettoni secenteschi in un primo momento mantengono una forma squadrata ma poi verso la metà del secolo tendono ad assumere un aspetto trapezoidale con la parte di fronte leggermente incurvata e caratterizzata da lastronature in radica nonché decorazioni d’avorio, laccature e dorature.
I letti barocchi, per lo più a baldacchino, presentano piedi intagliati piuttosto alti e montanti a vista torniti e intagliati a volute, la tappezzeria, realizzata con tessuti preziosi e ricamati, è appesantita da passamanerie.
 

foto sedia Andrea Brustolon dal sito del Quirinale 

Il cassettone-scrittoio

Nel periodo barocco compare il cassettone con funzione di scrittoio con il primo cassetto ribaltabile al cui interno sono presenti scomparti.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI