Come comportarsi con gli agenti immobiliari

Guida Guida

Affidi la vendita o l'acquisto della casa ad un'agenzia immobiliare? Scegli con cura il giusto agente immobiliare per evitare truffe e problemi.

Se hai deciso di vendere o comprare casa con l’aiuto di un’agenzia immobiliare, rinunciando così alla vendita o all’acquisto fai da te, cerca di fare attenzione a non incappare in intermediari poco seri: purtroppo, come dimostra la cronaca, le truffe immobiliari continuano a verificarsi.

Ecco alcuni consigli su come comportarsi quando decidi di affidarti ad un agente immobiliare.

La prima cosa da sapere è che l’esercizio dell’attività di intermediazione immobiliare è regolata dalla legge n. 39/1989 e prevede l’iscrizione da parte degli agenti immobiliari in un apposito albo: solo chi è iscritto al Ruolo di mediatori presso la Camera di Commercio (CCIAA) può esercitare tale professione altrimenti hai a che fare con un abusivo.

Chiedi quindi che l’agente immobiliare con cui stai trattando ti mostri la tessera di riconoscimento che attesta il proprio numero di iscrizione all’albo, sia il numero personale sia quello del azienda per cui lavora, e già che ci sei chiedi se è iscritto anche ad un’associazione di categoria: l’esserlo non è certo sinonimo di onestà ma può indicare che ha accettato e sottoscritto un codice deontologico. Se non vuoi chiedere direttamente all’agente queste informazioni puoi rivolgerti alla locale Camera di Commercio, basta sapere nome e cognome dell’agente.

Una volta appurata l’onestà professionale del mediatore cerca di avere da lui una valutazione corretta del tuo immobile: gli agenti essendo mediatori tra chi compra e chi vende casa, devono essere soggetti imparziali e non devono privilegiare una delle due parti a discapito dell’altra.

Sottoponigli poi tutta una serie di domande per capire come intende muoversi per portare a temine l’incarico e cioè in quanto tempo pensa di concludere, che strategie di vendita adotta, se accetta l’incarico con o senza esclusiva e a quanto ammonta la sua commissione.

In genere il professionista pretende il 3% dall’acquirente e altrettanto dal venditore ma molto dipende dagli usi locali e dalla situazione del mercato immobiliare, inoltre tieni presente che l’entità della provvigione tende a decrescere con l’aumentare del valore dell’immobile.

  • Tra gli obblighi principali dell’agente immobiliare, come previsto dall’articolo 1759 del Codice Civile, possiamo elencare:
  • La segnalazione alle parti dei costi fiscali e notarili cui si andrà in contro nel caso di una compravendita a buon fine
  • L’illustrazione all’acquirente della reale situazione dell’immobile senza omettere la presenza di ipoteche o eventuali problemi di ristrutturazione
  • L’esecuzione di una corretta valutazione dell’immobile al fine di determinarne il prezzo avvalendosi di tecnici competenti

Inoltre l’agente ha l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa a tutela della propria clientela per danni causati da negligenza o errori professionali propri o dei propri dipendenti.

Foto © Maridav - Fotolia.com
 

Mettili alla prova

Tronca subito i rapporti con agenti immobiliari che, pur non essendo interpellati, ti contattano come privati dicendo che vogliono acquistare casa non per sé ma per un parente o quelli che sostengono di avere un acquirente adatto. Prova a dirgli che accetti dietro una sua rinuncia scritta di ogni richiesta di provvigione e osserva cosa fa: se il compratore esiste davvero, l’agente non rinuncerà alla trattativa perché potrà magari contare sulla provvigione del compratore, altrimenti, se è un truffatore, si dileguerà.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI