Come scegliere l’inquilino in affitto

Guida Guida

Scegli il tuo inquilino sempre con attenzione: una volta firmato il contratto di locazione è difficile cambiare idea. 

Affittare un immobile ad uso abitativo è una scelta che va fatta con oculatezza: in quanto proprietario di un appartamento che intendi dare in locazione puoi decidere liberamente a chi affittarlo.

Se un potenziale inquilino non ti convince non sei obbligato a sottoscrivere un contratto di affitto e questo vale anche se ti sei rivolto ad un’agenzia di intermediazione: hai a disposizione un margine di discrezionalità per accettare o meno le persone proposte dall’agente, sempre che tu non abbia sottoscritto un accordo in cui ti impegni ad affittare a chiunque sia disposto a pagare l’importo richiesto.

Prima di firmare il contratto di affitto accertati che il futuro inquilino possa pagare l’affitto.

Per saperlo puoi chiedergli direttamente di mostrarti una documentazione idonea come ad esempio una copia della busta paga, se è un lavoratore dipendente, o un copia dell’ultima dichiarazione dei redditi, se si tratta di un libero professionista.

Per assicurarti che il tuo potenziale inquilino non sia una persona abituata a non pagare cambiali ed assegni emessi, puoi consultare il bollettino dei protesti esposto presso la locale Camera di Commercio o consultare on-line il Registro Informatico dei protesti.

Nel caso tu intenda affittare l’appartamento ad un inquilino senza reddito proprio, come è il caso degli studenti universitari fuori sede, dovrai chiedere la garanzia di un’altra persona solvibile come ad esempio un genitore e inserire nel contratto un’apposita clausola da far sottoscrivere al genitore.

Per farti un'ulteriore idea della persona che hai di fronte, può essere utile anche rivolgersi al precedente affittuario con cui il tuo potenziale inquilino era sotto contratto: chiedi il suo nominativo e contattalo senza timori per avere delle referenze.

Una volta che il contratto di affitto viene firmato da entrambe le parti, l’inquilino acquisisce il diritto di utilizzare l’appartamento potendo ricevere chi vuole: il proprietario non ha diritto di intervenire e non può tornare suoi passi a meno che, ovviamente, non vengano rispettati gli accordi e le clausole sottoscritte. Se ad esempio l’appartamento viene sub-affittato dall’inquilino ad un’altra persona, nonostante il divieto nel contratto, il proprietario ha titolo di chiedere la restituzione dell’immobile affittato.

Foto © LUCKAS - Fotolia.com

Indaga ma con discrezione

Per appurare la capacità economica di un potenziale inquilino chiedigli il pagamento di una cauzione in contanti pari a tre mensilità e il pagamento di un trimestre anticipato: così ti renderai conto delle sue reali intenzioni.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI