Come fare la proposta di acquisto di una casa

Guida Guida

Se intendi acquistare casa tramite agenzia immobiliare dovrai sottoscrivere dei moduli per la proposta di acquisto: vediamo come funziona.

Se stai per comprare casa tramite agenzia immobiliare ti verrà probabilmente chiesto di firmare un modulo contenente l’impegno all’acquisto a determinate condizioni: questo tipo di impegno è penalizzante per l’acquirente che si trova, in questo modo, vincolato ad una sola agenzia e spesso corre pure il rischio di pagare una provvigione per aver visitato un immobile che non intende comprare.

Dunque la cosa migliore da fare sarebbe visitare più agenzie immobiliari senza firmare alcuna impegnativa, ma limitandosi solo a fornire all’agente i propri dati personali e le caratteristiche dell’immobile desiderato.

A volte c’è anche il rischio che un agente immobiliare ti faccia visitare una casa per cui non ha avuto un formale incarico di vendita dal proprietario costringendoti poi a firmare un foglio secondo cui risulta che hai visitato l’immobile: non devi assolutamente firmare perché questo costituirebbe la prova di un’avvenuta attività di mediazione con conseguente obbligo da parte tua di pagamento di una provvigione.

Quando ti interessa una casa e intendi acquistarla, l’agenzia ti chiede di firmare una proposta irrevocabile d’acquisto rivolta al proprietario e accompagnata da un assegno: preferibilmente l’assegno dovrebbe essere non trasferibile, barrato e intestato al venditore, inoltre deve contenere un importo minimo che funziona da caparra.

Firmare questa proposta ti impegna come compratore ma non ti assicura che poi la trattativa andrà in porto perché il venditore può rifiutare: in tal caso ti verrà restituito l’assegno.

Di solito l’importo dell’assegno deve essere basso, ma non eccessivamente, altrimenti potrebbe essere inteso come scarso interesse per l’immobile: indicativamente non dovresti scendere sotto il 5% del prezzo offerto di modo che, se per vari motivi decidessi di recedere dall’acquisto, prederesti solo la caparra.

Ricorda che sarebbe meglio pagare la provvigione al mediatore non prima della conclusione del preliminare o, meglio ancora, dopo il rogito, inoltre fai tutti i controlli precauzionali prima di firmare il preliminare di acquisto (verifica delle mappe catastali, dei Registri Immobiliari, presenza di eventuali ipoteche ecc).

Foto © Kseniya Ragozina - Fotolia.com

Modifiche a penna

Le agenzie immobiliari usano moduli prestampati per la proposta di acquisto che possono essere modificati aggiungendo o cancellando a penna determinate clausole: ricorda che le clausole a penna prevalgono sempre su quelle stampate anche se non sono state cancellate.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI