Come coltivare l'aglio

Guida Guida

Aglio ornamentale? Si può! Ecco come.

Nel vostro orto/giardino manca ancora qualcosa, l'aglio! Ma non quello coltivato a scopo alimentare, al contrario, quello coltivato a puro scopo ornamentale, dato che, molti non lo sanno, ma questa pianta fa un fiore bellissimo. Vediamo come curare questa pianta al meglio.

La coltivazione si può fare all'aperto nel vostro giardino o anche in un vaso sul terrazzo, basta che vi sia sufficiente spazio. Ricordate che per le piante più grosse (soprattutto  se esposte a forti raffiche di vento) devono essere sostenute con dei rami o tubi (la scelta migliore sono le canne di bambù.

I bulbi vanno piantati ( profondità dai 5 ai 15 centimetri, a seconda della pianta) in un terreno ben drenato in un arco di tempo che va da settembre a, massimo, gli inizi di novembre. Se piantate in vaso (che deve essere protetto fino alla fioritura), utilizzate dai 5 ai 10 bulbi a seconda della dimensione del contenitore.

Tagliate le infiorescenze per far crescere il bulbo a dovere, è molto importante.

L'esposizione della pianta deve essere a pieno sole, con temperature perfette tra i 13 ed i 26 gradi. Nonostante la resistenza di questo vegetale, sotto gli zero gradi hanno non molte possibilità di sopravvivere.

Le piante vanno bagnate da maggio a luglio e spuntate in autunno.

Attenzione ai ristagni d'acqua, possono portare marciume alla pianta, così come la muffa bianca, funga parassita da combattere.

Il vostro aglio è pronto!
 

Attenzione alle lumache

Occhio alle lumache che attaccano i germogli!
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI