Come coltivare l'iris

Guida Guida

Ecco qualche consiglio per coltivare l'iris al meglio!

Gli ultimi giorni con una buona temperatura dell'anno, fanno venire voglia di stare ancora in giardino, almeno per ora. In questa guida, vediamo come coltivare l'iris, pianta che fiorisce anche fino al mese di ottobre, quindi in questi giorni. Ecco alcuni consigli.

Foglie sottili e crescita spontanea in molte zone d'Italia, l'iris rizomatose è una pianta da esterno, non difficile da curare ma con alcune specie diverse che vanno trattate a dovere.

Alcune varietà del fiore prediligono un terreno secco che quindi deve essere ottimamente drenato, altre necessitano di un terreno più umido. La concimazione deve essere comunque sempre moderata. Vista la diversità di cura tra specie, consultatevi bene con un esperto al momento dell'acquisto.

Solitamente le iris prediligono zone soleggiate e con poco vento, ma non a pieno sole. Una parziale mezz'ombra con tendenza variabile è la scelta migliore.

A livello di temperatura, le iris più comuni sopportano molto bene anche pochi gradi, sviluppandosi al meglio tra i 15 ed i 25 gradi centigradi. Altre specie sono, invece molto meno resistenti, ma si tratta di casi specifici (ad esempio le iris japonica).

L'annaffiatura deve essere moderata, circa una volta a settimana è sufficiente. Da evitare un eccesso d'acqua (anche causato da un terreno non ben drenante) perchè può provocare marciumi.

Quest'ultimi, insieme a larve e parassiti, devono essere combattuti con appositi prodotti, evitando di lasciarli proliferare.

Buon lavoro!
 

Valuta la specie

al momento dell'acquisto, vista la varietà di specie, orientatevi seguendo il luogo dove potete piantare il fiore: le caratteristiche di questo saranno fondamentali.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI