Come progettare il giardino

Guida Guida

Progettare il giardino è un processo lungo e impegnativo: pensarlo in anticipo ci aiuterà a risparmiare tempo e denaro. Ecco come fare.

Un bel giardino non si crea dal nulla, occorre progettarlo e pensarlo in anticipo: se non vuoi ricorrere all’aiuto di uno specialista del verde, ma vuoi fare di testa tua, ecco alcuni suggerimenti per creare uno spazio naturale come lo vuoi tu. Prima di piantare arbusti e alberi alla rinfusa fermati e osserva attentamente le caratteristiche e le condizioni del luogo su cui intendi operare.

Dopo aver valutato gli interventi prioritari e quelli secondari da effettuare, realizza uno schizzo a macchie: disegna cioè un bozzetto del tuo giardino, cercando di organizzare al meglio le varie aree. Vialetti che conducono all’ingresso o ad una veranda, spazio giochi per i bambini, zona relax, area per il barbecue ed orto.

Durante questa fase, il disegno su carta può aiutarti a fare mente locale sull’organizzazione degli spazi cercando di collegarli in maniera facile e funzionale tramite selciati, sentieri o vialetti.

Nella scelta delle piante da mettere a dimora, valuta ovviamente le caratteristiche climatiche e cerca di creare una relazione tra le forme in modo da riempire in maniera armonica il paesaggio: tieni presenti che le linee orizzontali, ad esempio di una siepe, suggeriscono un’idea di quiete e tranquillità, mentre linee verticali, come quelle di una serie di cipressi, danno  una sensazione di spinta verso l’alto e di vitalità.

Disporre aiuole in forme sferiche può conferire alla zona aspetto di equilibrio e dolcezza, in forme triangolari dà una sensazione di dinamismo e in forme quadrate suggerisce ordine e precisione.

Un paesaggio appagante contiene forme che dialogano tra loro e si completano a vicenda: non esagerare con altezze troppo elevate o curvature eccessive perché l’insieme potrebbe risultare sgradevole.

Per realizzare i confini non sempre è necessario posizionare delle recinzioni, puoi optare anche per delle siepi purché l’effetto finale non sia monotono: se realizzi siepi alte e fitte quasi a formare un muro conferirai a questa recinzione naturale un aspetto duro e severo. Le barriere vegetali sono anche molto utili per filtrare e smorzare i rumori provenienti dalla strada.

Presta attenzione agli effetti ombra della tua abitazione: sono indispensabili per decidere dove disporre aree dedicate al riposo e alla tranquillità, ma attenzione a non creare un ambiente troppo chiuso da grandi alberi o dovrai cercare il modo per far filtrare la luce poiché essa è l’elemento che più di ogni altro è in grado di trasmettere calore e vitalità.

Nel progettare il sentiero che conduce all’ingresso, preferisci ad una stradina dritta un percorso deviato ora verso una parte del giardino ora verso l’altra: in questo modo il cammino per raggiungere la porta principale diventerà un’esperienza ricca di incontri piacevoli e caratterizzata dall’osservazione dei vari esemplari di piante, fiori e cespugli disseminati lungo il sentiero.

Non dimenticare poi di posizionare panchine, gazebo, pergolati, fontane in prossimità di punti panoramici o al termine di un sentiero: sono indispensabili per chi voglia soffermarsi a contemplare il paesaggio o anche solo riposarsi e rinfrescarsi. Tieni presente che nelle zone conviviali sono da preferire pavimentazioni lisce per facilitare gli spostamenti, invece strutture grossolane come pietre, mattoni, assi in legno e prati folti, pur catturando l’attenzione, risultano più difficilmente accessibili.

Infine un accenno ai vasi: piccoli o grandi, in terracotta o in plastica sono importantissimi elementi d’arredo del giardino, possono soddisfare ogni esigenza e trasformare un ambiente piccolo in un angolo verde davvero indimenticabile.

Per evitare spiacevoli controversie con i vicini prima di piantare alberi e siepi rispetta sempre le distanze previste dal codice civile.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI