Come creare un giardino sottovetro

Guida Guida

Avere un giardino sottovetro è una maniera insolita e divertente per coltivare le piante. Scopri come creare il tuo mondo vegetale sottovetro!

Per chi non ha la fortuna di avere un balcone o un giardino, la creazione di un piccolo mondo vegetale sottovetro è una maniera insolita e divertente per coltivare piante. Una caraffa per vino o un vasetto di conserva, una vecchia damigiana o una boccia per i pesci, un bicchiere di brandy o un barattolo di caramelle possono trasformarsi in affascinanti ambienti per accogliere felci, muschi e altre delicate piantine.

Per prima cosa pulisci il recipiente che hai scelto per la tua composizione: cerca di sceglierne uno con un’imboccatura abbastanza larga da consentire il passaggio delle piante.

Con l’aiuto di un imbuto o di un cono di carta fai scivolare sul fondo del contenitore uno strato di ghiaia o argilla espansa, adagia un secondo strato di carbone e poi versa il terriccio pressandolo e livellandolo. La profondità del terriccio è proporzionale all’altezza delle piante e all’apparato radicale: in genere si tende a non superare i 10 cm. A questo punto con un cucchiaio che avrai precedentemente allungato, legandolo a un bastoncino, scava nel terriccio tante buche quante sono le piante che hai scelto e con l’aiuto di una forchetta, introduci le piante nelle buche.

Evita di addossare le piante alle pareti di vetro altrimenti rischierai di farle marcire

Posiziona le piante più alte al centro e cerca di non metterne troppe o rischierai di provocare problemi di salute oltre che di rendere esteticamente poco equilibrata la composizione. Nella scelta delle piante prediligi esemplari giovani e piccoli perché in breve tempo cresceranno. Scegli piante che amano l’umidità e il calore: ottimo quindi sarà l’uso di felci, muschi, peperomie, edere. Decisamente meno adatte sono le succulente e le piante con fiori poiché i petali tenderebbero ad ammuffire sottovetro.

Mantieni sempre un buon grado di umidità dosando con parsimonia l’acqua, possibilmente non calcarea, sul terreno e usando un nebulizzatore sulle foglie. Garantisci una buona illuminazione ma evita di esporre la composizione ai raggi del sole diretto perché la temperatura aumenterebbe al punto tale da provocare bruciature alle piante.

foto © Africa Studio - Fotolia.com

Riempi gli eventuali spazi vuoti con elementi decorativi come sassi o conchiglie.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI