Come realizzare un patchwork

Guida Guida

Confezionare con il patchwork non è difficile: bastano un po’ di dimestichezza con il cucito, alcuni ritagli di tessuto, un po’ di passione e tanta fantasia!

Per creare simpatici e colorati tessuti per cuscini, coperte o pupazzi di stoffa hai mai pensato di provare a realizzare un patchwork?
Confezionare una trapunta o un copricuscino patchwork non è difficile, basta avere dimestichezza con il cucito, disporre di alcuni ritagli di tessuto avanzati, un po’ di passione, pazienza e tanta fantasia.
Per imparare tutti i segreti di ago e filo, puoi approfittare dei tanti corsi organizzati, proprio questo week end, da Hobby Show Milano, il Salone della Creatività Manuale presso FieraMilanoCity.

La tecnica del patchwork è molto antica, addirittura si presume risalga a prima del XII secolo, inoltre, durante la colonizzazione dell’America del nord da parte dei padri pellegrini, prosperò a tal punto da divenire una vera e propria forma d’arte. Nata principalmente per una doppia esigenza di economicità e di decorazione, si è trasformata in una vera e propria espressione artistica.

Il patchwork consiste nel cucire diverse parti di tessuto, generalmente di cotone di diversi colori, motivi grafici e dalle svariate forme geometriche: dal rombo al quadrato, dall’esagono all’ellisse, dal pentagono al triangolo 

Devi avere a disposizione tutto l’occorrente per il cucito, quindi un paio di forbici ben affilate, spilli, ditale e aghi. Per tagliare esattamente il tessuto usa sagome o mascherine in cartoncino: disegna su cartoncino con matita e righello le forme geometriche prescelte, poi per ottenere un risultato preciso, tagliale con una lama affilata dopo averle appoggiate su una superficie ben protetta.

Mentre tagli la stoffa, usando le sagome geometriche come modelli, ricorda di lasciare almeno 6 mm di margine per la cucitura: dovrai unire le varie parti del patchwork facendo un sopraggitto piccolo e molto preciso.

Il segreto per creare un patchwork accurato e armonioso consiste nell’accostare con gusto e fantasia varie forme e diversi colori

I vari tessuti di un patchwork devono avere lo stesso peso altrimenti rischi che alcuni punti tirino troppo oppure si strappino: cerca di non usare insieme tessuti pesanti o vellutati accostati a tessuti lisci, se decidi di cucire stoffe semitrasparenti montale almeno su uno strato di cotone leggero.

Foto © Gina Smith - Fotolia.com

Scelta del tessuto

Fai attenzione al tessuto con cui realizzi il patchwork, sia esso nuovo o usato, accertati che non perda colore o si ritiri, quindi prima di iniziare a cucire, lava la stoffa e se stinge non usarla.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI