Come pulire lo stucco tra piastrelle

Guida Guida

Tenere pulite le fughe di stucco delle piastrelle è importante perché aumenta l’igiene di bagno e cucina.

Uno stucco pulito contribuisce a far sembrare più belle le tue piastrelle: se si è annerito provvedi a pulirlo smacchiandolo con un prodotto contenente candeggina che, oltre a sbiancarlo, agirà anche come antimuffa. In genere si tende a comprare appositi detergenti per piastrelle che risolvono anche il problema della pulizia delle fughe di stucco: l’importante è indossare sempre dei guanti di gomma per proteggersi le mani.


Lascia agire il prodotto detergente a base di candeggina per circa una mezz’ora e poi risciacqua con acqua corrente, usando la cornetta della doccia oppure passando sulla superficie una spugna imbevuta d’acqua.

Nel caso lo stucco fosse troppo scuro per la sporcizia e la polvere accumulatasi nel tempo dovrai eseguire più passate con il detergente ed usare una paglietta per rimuovere lo sporco più ostinato.

Spesso sulle piastrelle del bagno o della cucina, e di conseguenza anche nello stucco delle fughe, tende ad depositarsi del calcare: per rimuoverlo puoi provare un prodotto naturale come il limone che, oltre ad avere un effetto sbiancante e corrosivo per il calcare, lascia anche un piacevole profumo. In alternativa puoi passare sulle stuccature un panno imbevuto di aceto bianco, grattando leggermente.
 

photo Hot-Cold-Off via photopin.com

Detergenti senza coloranti

Se per pulire lo stucco, anziché usare rimedi naturali come limone e aceto, decidi di acquistare detergenti a base di candeggina controlla sempre che siano privi di coloranti.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI