Come proteggere le pentole antiaderenti dai graffi

Guida Guida

Evita di graffiare le pentole antiaderenti o rischi di renderle inutilizzabili. 

Le pentole antiaderenti in teflon sono una grande invenzione: hanno reso più facile la cottura di molte alimenti e, consentendo di ridurre l’uso dei condimenti, hanno determinato la preparazione di ricette più leggere e salutari. Tuttavia la parte interna della padella antiaderente risulta delicata, poco resistente a tagli e altri danneggiamenti della superficie: spesso armeggiando con forchette o spugne abrasive rischiamo di graffiarle rendendole inutilizzabili.

Ricorda infatti che non devi mai cucinare con padelle graffiate: al primo segno di usura è meglio sostituirle con padelle nuove, ne va della qualità di ciò che cucini e della tua salute!

Pertanto cerca di maneggiarle con cura ed evita di lavarle con spugne abrasive e men che meno con pagliette d’acciaio per asportare le incrostazioni di cibo: lasciale piuttosto in ammollo nell’acqua saponata per qualche ora. Per mescolare il cibo che stai cuocendo nella padella, invece di usare forchette o cucchiai di acciaio, usa mestoli o forchettoni in legno oppure in silicone.
Quando riponi le padelle nella dispensa, per evitare di graffiare la parte interna, evita di impilarle una sull’altra, in alternativa ti conviene inserire dei divisori: puoi usare degli appositi dischi in silicone che vengono venduti nei negozi di casalinghi oppure puoi usare degli economici piatti di carta o dei dischi di cartone per torte. Volendo puoi realizzare tu stessa dei dischi protettivi ritagliandoli da un vecchio panno di cotone, così potrai impilare le tue pentole senza rovinarle e risparmiando anche un sacco di spazio.
 

photo happy pan via photopin.com

Pentole e ceramica

In alternativa alle pentole antiaderenti in teflon prova ad usare quelle con rivestimento interno in ceramica

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI