Come rimuovere il calcare dal soffione della doccia

Guida Guida

Il calcare rende i sanitari inefficienti: spesso infatti intasa i piccoli fori del soffione e l’acqua finisce con il filtrare dalla guarnizione sforzandola 

Una doccia con i rubinetti pieni di calcare oltre ad essere brutta a vedersi, è poco igienica e anche decisamente inefficiente.
La guarnizione, forzata dal filtrare dell'acqua, rischia di rovinare la cornetta della doccia.

Per evitare questi inconvenienti basta pulire le varie parti del rubinetto usando prodotti specifici per rimuovere il calcare con una certa frequenza, soprattutto dopo aver fatto la doccia, quando l’acqua si deposita sui rubinetti.

Se il calcare è particolarmente resistente, conviene smontare il soffione svitando la vite centrale, quindi immergerlo per due ore in una bacinella contenente dell’aceto caldo: il calore rende l’azione corrosiva dell’aceto più potente e il calcare tende a sciogliersi facilmente.

Se il soffione ha gli ugelli in gomma il calcare può essere rimosso "a secco" grattandolo un po' e muovendo gli ugelli

A volte capita che sia il rompigetto ad essere otturato dal calcare: anche in questo caso si usa dell’aceto o uno specifico prodotto anticalcare.

Se però il rompigetto risulta praticamente saldato al corpo del rubinetto, per non rischiare di romperlo, sforzandolo, conviene usare questo trucco:

  • prendere un vasetto di yogurth vuoto e riempirlo di aceto caldo
  • praticare due fori sul bordo superiore e far passare un cordoncino in modo da creare una sorta di secchiello
  • appendere il vasetto al rubinetto

in questo modo il rompigetto potrà ammorbidirsi immerso nell’aceto.

Foto © silver-john - Fotolia.com

Asciugare le superfici

Appena hai finito la doccia passa uno straccio asciutto sui rubinetti e il soffione in modo da assorbire l’acqua che si è appena depositata

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI