Come sverniciare un mobile con la soda

Guida Guida

Pulire a fondo la superficie di un mobile applicando il carbonato di sodio, comunemente detto soda

Se hai  intenzione di pulire a fondo un mobile, asportando lo strato di vernice che ricopre la superficie originaria del legno, puoi servirti di un metodo un po' aggressivo ma che dà buoni risultati applicando del carbonato di sodio, comunemente chiamato soda

Riportare alla bellezza originale un vecchio mobile significa restaurarlo nel rispetto del lavoro dell’artigiano che l’ha creato, capire gli interventi che è necessario effettuare, agire con prudenza, sensibilità estetica e pazienza per non rovinare un oggetto d’arredamento di valore.

E' possibile usare sverniciatori a base di soda su legno di abete ma non su legni di quercia, castagno, noce e ciliegio perché la soda ha un'azione scurente

La sverniciatura a base di soda, diversa dalla ben più pericolosa soda caustica, è un’operazione molto corrosiva per cui la pelle va protetta con un camice a maniche lunghe, guanti e stivali di gomma, occhiali e mascherina protettivi: se sfortunatamente si  in contatto con la soda, sciacqua subito la pelle e tamponala con aceto.

Cerca di eseguire il trattamento di sverniciatura all’aperto o almeno in un luogo ben ventilato e ombreggiato, al riparo dal sole.

Smonta dal mobile eventuali parti metalliche come le maniglie, i pomelli e le cerniere che verrebbero irreparabilmente danneggiate dalla proprietà corrosiva della soda.

Se lo ritieni necessario, smonta le varie componenti del mobile, soprattutto se sono presenti colle animali che verrebbero sciolte dalla soda con la conseguenza spiacevole di far aprire, e magari cadere, il mobile.

  • In un recipiente di plastica versa della soda in polvere, reperibile in qualsiasi colorificio, e aggiungi lentamente dell’acqua calda, mescolando con un cucchiaio di legno in modo da ottenere un composto pastoso
  • Stendi il prodotto sulla superficie del mobile aiutandoti con una spugna da stoviglie: se vuoi accelerare la procedura ricopri la superficie trattata con della pellicola per alimenti
  • Dopo un paio di ore, con un spatola raschia la superficie del mobile: insieme al composto di soda verrà via anche lo smalto. Esegui questa operazione delicatamente per non graffiare il legno che, a causa dell’azione della soda, risulterà particolarmente fragile

Una volta asportata tutta la soda, sciacqua con abbondante acqua corrente, strofina con una spazzola di saggina e tampona con dell’aceto bianco per attivare la catalizzazione del carbonato sodico. 

Foto © kelly marken - Fotolia.com

Rifinitura del mobile

Dopo il trattamento passa della carta vetrata per lisciare il legno che, a seguito dell’applicazione della soda, presenterà inevitabilmente una superficie ruvida e alcune fibre sollevate.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI