Come eseguire semplici riparazioni elettriche con gli attrezzi di base

Guida Guida

Per eseguire le più semplici e comuni riparazioni elettriche, come la sostituzione di un fusibile o di una spina, occorre procurarsi i giusti attrezzi del mestiere.

Molti inconvenienti elettrici, come la rottura di un fusibile, di una spina o di un interruttore possono essere risolti senza dovere necessariamente ricorrere ogni volta all’intervento di un elettricista: per risparmiare tempo e denaro impara ad aggiustarli da solo procurandoti i giusti attrezzi del mestiere.

Ovviamente non tutte le riparazioni elettriche saranno alla tua portata: mentre luci, prese, spine e interruttori possono essere riparati da te, per lavori più complicati come ad esempio l’impianto di casa o l’aggiunta di nuove prese elettriche sarà opportuno rivolgersi a dei professionisti.

Evita pertanto di aggiustare stereo o televisioni soprattutto se un po’ datati: contengono componenti dotati di cariche elettricche pericolose anche quando sono spenti.

Innanzitutto procurati i giusti utensili, di solito vanno bene quelli presenti in una comune cassetta degli attrezzi come un set di pinze con manico in gomma e un set di cacciaviti piccoli. Vale la pena inoltre acquistare un tester e un saldatore: il tester assomiglia ad un cacciavite e contiene al suo interno una resistenza e una piccola lampadina che permettono di verificare il passaggio di corrente elettrica.

Una raccomandazione che è sempre bene osservare è quella di ricordarsi di togliere la corrente nell’ambiente in cui vai a lavorare: per non correre rischi controlla anche due volte che l’impianto sia effettivamente scollegato.

Il tester ti aiuta a capire se il punto su cui stai lavorando è attraversato da corrente elettrica: appoggia la punta sul cavo su cui stai lavorando e premi il tasto; nel caso in cui la luce si dovesse accendere significa che l’impianto è ancora attivo e prima di proseguire ulteriormente occorre disattivarlo.

Ti sarà poi molto utile anche il saldatore: in elettronica la saldatura realizza al contempo sia una connessione meccanica che elettrica grazie allo scioglimento di una particolare lega metallica, lo stagno, in grado di congiungere due componenti.

Ricorda di acquistare insieme al saldatore anche una base d’appoggio che spesso è venduta separatamente: il saldatore infatti ha una punta che raggiunge elevate temperature e non va mai appoggiato su una superficie instabile o peggio ancora infiammabile.

Ora che hai tutto l'occorrente puoi metterti alla prova!

Foto © Kasia Bialasiewicz - Fotolia.com

Cosa non devi riparare

Evita di aggiustare apparecchi elettrici ancora in garanzia: è compito del produttore o dell'assistenza autorizzata rimediare a eventuali malfunzionamenti.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI