Come sverniciare un mobile con un riscaldatore elettrico

Guida Guida

Se intendi rimuovere lo strato di vernice di un mobile hai a disposizione diversi metodi tra cui l’uso di soda caustica, del decapante, di sverniciatori chimici ma puoi anche provare con una pulitura meccanica, usando levigatrici per legno, o ricorrere a un riscaldatore elettrico.

Se intendi rimuovere lo strato di vernice di un mobile hai a disposizione diversi metodi tra cui l’uso di soda caustica, del decapante, di sverniciatori chimici ma puoi anche provare con una pulitura meccanica, usando levigatrici per legno, o ricorrere a un riscaldatore elettrico.

Nei negozi di utensileria sono in vendita diversi modelli di levigatrici per legno ma, durante un restauro, il loro impiego è da ridurre al minimo e solo su parti nascoste o di poco pregio come le guide per i cassetti.

Puoi provare a sollevare la vernice anche usando un phon ad altissima temperatura, aiutandoti con una spatola: questa operazione deve essere effettuata velocemente per non rischiare di bruciare il legno.

Uno strumento più efficace rispetto al phon è la pistola a caldo, un riscaldatore elettrico specifico per effettuare sverniciature: quando lo usi fai attenzione a non mettere le mani davanti l’uscita dell’aria perché il suo getto di calore è elevatissimo, cerca quindi di maneggiarla con attenzione. In vendita trovi modelli muniti di attacchi speciali, che consentono sia di riscaldare che di raschiare la superficie con un unico movimento, e altri modelli dotati di deflettori per deviare l’aria calda da zone delicate come i vetri delle finestre.

Prima di iniziare a sverniciare con la pistola a caldo proteggi il pavimento con un foglio di compensato e indossa indumenti di protezione.

Tieni il riscaldatore elettrico a pochi centimetri dalla superficie da pulire finché non noterai il formarsi di bolle nella vernice.

Quindi, con un raschietto a lama triangolare, asporta la vernice smollata prima che si raffreddi: mantieni il flusso di aria calda della pistola sulla zona che stai raschiando, evitando di tenerla concentrata in un unico punto perché potrebbe bruciarsi. Infine rimuovi con della carta vetrata le eventuali tracce di vernice residua e lava la superficie con alcool.

Tieni sempre a portata di mano un secchio con dell’acqua perché esiste il rischio che la pistola a caldo incendi la vernice.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI