Come levigare un vecchio parquet

Guida Guida

Per riportare all'antico splendore un vecchio parquet si può utilizzare la tecnica della levigatura. Ecco come fare.

Man mano che il tempo passa le assi di un pavimento in legno naturale tendono ad usurarsi: il legno si deforma, si scheggia o presenta accumuli di cera. Con una levigatura puoi restituire la bellezza originaria al tuo parquet. Vediamo come si leviga un vecchio parquet.

Per effettuare la levigatura devi procurarti una macchina levigatrice industriale e una levigatrice per bordi. Se non ne hai mai usata una, sappi che la levigatrice produce parecchio rumore per cui abbi l’accortezza di effettuare tale operazione in un orario appropriato per non disturbare i vicini e proteggi il tuo udito indossando cuffie antirumore.

Poiché con questo tipo di operazione si produce molta polvere, dovrai tenere aperte tutte le finestre della stanza, rimuovere qualsiasi ingombro dal pavimento, proteggere mobili coprendoli con teli di plastica, staccare quadri e suppellettili varie dalle pareti e applicare strisce di nastro carta sui bordi delle porte per evitare che la polvere si diffonda nelle stanze attigue.

Assicurati che il pavimento non presenti chiodi in rilievo che potrebbero danneggiare la cinghia della levigatrice, in caso contrario falli penetrare nelle assi di legno con un punzone per chiodi. La superficie del pavimento deve essere uniforme e non presentare danni, se ce ne fossero devi provvedere in anticipo alla loro riparazione.

La levigatura consiste fondamentalmente in tre fasi: una prima levigatura con una cinghia abrasiva a grana grossa o media a seconda che le assi siano più o meno irregolari, una seconda levigatura con una cinghia a grana fine e una levigatura dei bordi.

Ricorda di passare la levigatrice seguendo il senso delle assi: se ad esempio il parquet è a lisca di pesce dovrai muovere la macchina in senso diagonale, mentre lungo i bordi spostala eseguendo movimenti circolari.

Non lasciare la levigatrice troppo ferma in un punto altrimenti rischierai di rigare il pavimento: tienila con fermezza per evitare che ti scappi di mano e controlla sempre che il filo della corrente non ti sia di ingombro.

Una volta terminate tutte le fasi di levigatura, passa l’aspirapolvere su tutta la superficie per asportare la polvere, rimuovi eventuali residui con un panno catturapolvere e tratta le assi levigate con un mordente o un vernice protettiva.

Di solito le levigatrici elettriche non riescono a raggiungere angoli e le zone sotto i caloriferi per cui dovrai levigare tali parti a mano, con un raschietto con lama a uncino o un carta abrasiva avvolta intorno a un blocchetto di legno. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI