Come posare un pavimento di piastrelle in cotto

Guida Guida

Ami i pavimenti in cotto? Impara a posare le piastrelle senza dover ricorrere all’aiuto di un tecnico specializzato. 

Il pavimento in cotto conferisce agli ambienti un aspetto rustico ed accogliente: ideale in cucina e nel salotto come anche in camera da letto, il pavimento in cotto è facile da pulire e mantenere.

Se desideri posare da te le piastrelle in cotto sappi che non è proprio un lavoro alla portata di tutti, occorrono i giusti attrezzi da lavoro, una buona pianificazione delle operazioni e molta pazienza.

Prima di posare le piastrelle in cotto controlla che la superficie sottostante sia ben livellata: la base migliore su cui posarle è il cemento, invece nel caso in cui il pavimento è in legno occorrerà rivestirlo con lastre di compensato.

Procurati poi adesivo e malta a base di cemento necessari sia per la posa delle piastrelle che per riempire le fughe.

Individua il centro del pavimento aiutandoti con il tiralinee e inizia a posizionare due file di piastrelle spaziandole tra loro con le spine di legno: le file di piastrelle devono formare un angolo retto in modo da individuare due lati di un quadrato esattamente posizionato al centro della stanza.

Posiziona quindi sul bordo di uno dei due lati di piastrelle un listello di legno inchiodandolo, togli le piastrelle e inizia a stendere con una spatola dentata l’adesivo distribuendolo su 1 mq di pavimento.

A questo punto inizia a posare le piastrelle contro il listello creando le fughe in cui inserire le spine spaziatrici e che andranno poi riempite di malta: premi con forza le piastrelle sull’adesivo controllando con una livella a bolla che siano in piano.

Se ti accorgi che certe piastrelle non sono in piano battile con un mazzuolo contro un pezzo di legno per non danneggiarle.

Disponi tutte le file di piastrelle spostandoti dal centro verso i muri lasciando libero solo lo spazio delle piastrelle per i bordi che andranno fissate, una ad una, dopo aver aspettato 24 ore di posa delle piastrelle appena posate.

Ciò è dovuto al fatto che non sempre le piastrelle lungo i bordi saranno intere ma dovranno essere molto probabilmente tagliate su misura: per farlo ti occorrerà una sega per piastrelle dotata di lama da taglio a diamante.

Una volta terminata la posa di tutte le piastrelle attendi 24 ore per poter riempire le fughe con la malta cementizia: usa una spatola di gomma per distribuirla meglio e poi rifinisci lo spazio di dilatazione dando una forma concava alla malta usando un tubetto flessibile.

Prima che si secchi completamente pulisci la malta dalle piastrelle con una spugna umida e, come tocco finale, riempi gli spazi di dilatazione con un impermeabilizzante o con un prodotto a base di silicone.

Foto © narvf - Fotolia.com 

Spessore giusto

Lo strato dell’adesivo su cui posare le piastrelle deve avere uno spessore di almeno 6 mm.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI