Come asportare l'intonaco vecchio

Guida Guida

Stai ristrutturando le pareti di casa? Eliminare il vecchio intonaco è un'operazione indispensabile. Ecco come fare!

Non riesci più a guardare quel muro pieno di vistose crepe e chiazze d’umidità e hai deciso che è arrivato il momento d’intervenire. Vista l’enorme quantità di guasti che affliggono il tuo muro dovrai probabilmente intonacarlo di nuovo ma prima occorrerà togliere l’intonaco vecchio in modo da mettere in evidenza i mattoni e poter osservare le cause di tali danni.

Per prima cosa sgombera la camera da tutti i mobili e proteggi il pavimento con dei teli di plastica perché si solleverà molta polvere. Provvedi anche a togliere prese e interruttori:  è meglio svolgere questo tipo di lavori a corrente staccata, pertanto è consigliabile scollegare l’impianto elettrico generale.

Pensa a come liberarti dei calcinacci poiché non potrai buttarli nella spazzatura domestica ma dovrai portarli in una discarica pubblica.

A questo punto, indossando occhiali di protezione, mascherina antipolvere e robusti guanti, procedi all’asportazione dell’intonaco con l’aiuto di uno scalpello a punta dritta. Suddividi il muro in grandi aree rettangolari provocando, ai lati di ogni riquadro, delle scanalature verticali: dovrai lavorare da una scanalatura all’altra facendo saltare l’intonaco.

Per riuscirci basterà inclinare lungo la scanalatura lo scalpello battendolo con un mazzuolo da muratore. Non accumulare troppi calcinacci ai tuoi piedi, di volta in volta provvedi a toglierli buttandoli in grossi sacchi di plastica robusta o di iuta, perché camminandoci sopra rischierai di aumentare ancora di più la polvere.

Durante l’intera operazione fai sempre molta attenzione a non intaccare la muratura sottostante.

Usa uno scalpello con paracolpi di gomma in modo da attenuare le vibrazioni che il tuo polso riceverà ad ogni colpo di mazzuolo.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI