Come riparare le crepe dell'intonaco

Guida Guida

Come riparare le classiche crepe che si formano sull'intonaco a causa di infiltrazioni e umidità? Ecco qualche utile consiglio.

Nelle case più vecchie spesso si creano sui muri delle crepe perché l’intonaco, a causa di infiltrazioni e umidità, è soggetto a scrostarsi e spaccarsi: è importante intervenire al più presto per evitare che si estendano  provocando danni peggiori oltre che per riparare un fenomeno antiestetico.

Le crepe non sono tutte uguali: a seconda dello spessore della spaccatura vanno trattate con prodotti diversi.

Quelle più sottili e superficiali possono essere riparate con lo stucco da muro: con una spatola si mescola dello stucco in polvere e dell’acqua fino a ottenere un impasto omogeneo che andrà applicato all’interno della fessura.

Se invece le crepe sono più grosse e vistose occorre procedere diversamente: con uno scalpello a punta acuta o un raschietto triangolare si allarga la fessura in modo da ottenere una cavità a forma di V capovolta. Quindi si pulisce la fessura dalla polvere e dai detriti spazzolandola e bagnandola con un pennello.

Nel frattempo si prepara un impasto di malta che con l’aiuto di una spatola flessibile andrà steso nella fessura fino a colmarla completamente. La malta va applicata anche nella zona attorno alla crepa per rendere il ritocco più uniforme e omogeneo con il resto della parete.

Si lasciano passare un paio di ore in modo da far seccare la malta e poi si carteggia con della carta vetrata levigandola e livellandola completamente. Si passa infine un fissativo  per predisporre la zona alla tinteggiatura.

Per carteggiare con maggior facilità si può avvolgere la carta vetrata su un pezzo di legno squadrato.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI