Come prevenire le fughe di gas

Guida Guida

Il pericolo rappresentato dalla fuga di gas tra le mura domestiche può essere scongiurato attenendosi ad una serie di buone norme comportamentali. 

Grazie ad una buona manutenzione dell’impianto di riscaldamento e un comportamento più attento e responsabile è possibile evitare fughe di gas all’interno delle mura domestiche. Le cronache sono purtroppo ancora piene di episodi che raccontano di crolli di abitazioni a seguito di perdite di gas, per cui non sottovalutare il problema.

Un primo accorgimento da seguire è quello di posizionare la caldaia in un luogo in cui è sempre garantito il ricambio d’aria e non utilizzare la stessa canna fumaria per più di un impianto: il monossido di carbonio invece di uscire dalla stanza potrebbe rientrare in casa da un’altra apertura.

Le stufe a gas possono rappresentare un rischio se non vengono installate correttamente oppure sono in cattivo stato di manutenzione, ecco perché è importante far controllare l’impianto a gas ogni anno da un tecnico abilitato.

Ricorda poi di effettuare periodicamente la manutenzione, ormai obbligatoria per legge, sia della caldaia che del tubo di gomma che porta il gas sul piano cottura, il quale andrebbe sostituito ogni cinque anni.

Se dovessi avvertire odore di gas, la prima cosa che devi fare è chiudere il rubinetto principale del gas, aprire le finestre per far entrare aria e non accedere assolutamente la luce o il fuoco: è fondamentale staccare l’interruttore generale della corrente e non azionare né elettrodomestici né citofono né telefonino per evitare che si verifichi una scintilla che possa scatenare uno scoppio.

Molto pericoloso è poi il monossido di carbonio: l’intossicazione causata da questo gas inodore può essere mortale o provocare sintomi gravi come vertigini, sonnolenza, nausea, mal di testa, perdita di coscienza e stato comatoso.

Senza che tu te ne accorga il monossido di carbonio può essere presente tra le mura domestiche in concentrazioni pericolose a causa di un’insufficiente ventilazione dell'ambiente o per una scarsa evacuazione dei prodotti da combustione o a causa di perdite di gas da una stufa o uno scaldabagno difettosi.

Infine un’ultima raccomandazione: ogni volta che finisci di cucinare e di pulire i fornelli accertati che le manopole del gas siano perfettamente chiuse, inoltre non lasciare i fornelli accesi esposti a correnti d’aria che potrebbero spegnere la fiamma facendo però continuare ad uscire il gas.

Foto © pioregur - Fotolia.com
 

Chiudi il gas

Ricorda di chiudere il rubinetto del gas prima di andare a dormire e quando ti assenti da casa. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI