Come prevenire i corto-circuiti in casa

Guida Guida

Impara a mantenere un comportamento adeguato e rispettoso delle norme di sicurezza degli impianti elettrici! Così potrai scongiurare possibili corto-circuiti.

Uno dei più gravi incidenti domestici, che possono addirittura portare alla morte, è rappresentato dalle folgorazioni a seguito di corto-circuiti. Purtroppo molte abitazioni italiane costruite prima del 1990, anno in cui è entrata in vigore la legge 46/90 che regolamenta gli impianti elettrici, non risultano a norma, ecco perché la prima cosa da fare, per prevenire corto-circuiti, è avere un impianto elettrico sicuro, effettuandone una periodica manutenzione.

Tuttavia disporre di un impianto elettrico a norma non è una condizione sufficiente per vivere in una casa sicura: occorre infatti rispettare alcune regole di comportamento e usare in maniera appropriata gli elettrodomestici, per scongiurare incendi ed esplosioni dovuti a cortocircuiti o sovraccarichi di corrente.

Una prima fondamentale regola da rispettare per non rimanere vittima di una folgorazione è non utilizzare mai elettrodomestici o toccare spine e interruttori con le mani bagnate e i piedi scalzi.

Se noti cavi deteriorati o con filamenti scoperti devi subito provvedere alla loro sostituzione possibilmente evitando il fai da te ma rivolgendoti ad elettricisti qualificati.

È buona norma poi evitare di sovraccaricare le prese elettriche: limita al minimo l’uso di riduttori e spine multiple perché alimentare contemporaneamente più apparecchi con una sola presa può provocare un surriscaldamento dei conduttori. Quindi rispetta i limiti di assorbimento riportati sulla presa stessa (1000-1500 Watt) e installa piuttosto le apposite ciabatte.

corto-circuito

Utilizza con cautela gli elettrodomestici sottoponendoli di tanto in tanto a controllo da parte di un tecnico: quando ti appresti a pulirli ricorda sempre di staccare la spina dalla presa. Quando compri un nuovo elettrodomestico, assicurati che siano presenti i marchi che ne garantiscono la sicurezza, la qualità e l’efficienza energetica.

Gli elettrodomestici prodotti e commerciati nell’Unione Europea devono presentare il marchio CE, come garanzia del rispetto dei requisiti di sicurezza delle direttive comunitarie vigenti.

Quando vai al letto o ti assenti da case per un po’ togli la spina agli elettrodomestici, televisione compresa, e se vuoi essere maggiormente sicuro stacca l’interruttore generale della corrente.

Infine non lasciare apparecchiature elettriche abbandonate sulle vie di passaggio e non collocare prese e fili elettrici in prossimità di tende, coperte e tappeti.

Foto © Buckley - Fotolia.com

Elettrodomestici sicuri

L'IMQ -Istituto del marchio di qualità- è un altro tipo di marchio che attesta che un elettrodomestico ha superato una serie di controlli per la verifica di qualità e sicurezza
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI