Come scegliere il sistema d'allarme per la casa

Guida Guida

Se in vista delle tue vacanze estive hai deciso di installare un sistema d’allarme antintrusione per proteggere la tua casa da ladri e scassinatori hai a disposizione una vasta gamma di offerte che varia in base al livello di rischio, al tipo di struttura  e al grado di sicurezza richiesto. Oltretutto i moderni sistemi d’allarme elettrici non sono particolarmente difficili da installare: ecco alcune informazioni utili per scegliere il tipo di sistema antiscasso più consono ai tuoi bisogni.

Se in vista delle tue vacanze estive hai deciso di installare un sistema d’allarme antintrusione per proteggere la tua casa da ladri e scassinatori hai a disposizione una vasta gamma di offerte che varia in base al livello di rischio, al tipo di struttura e al grado di sicurezza richiesto. Oltretutto i moderni sistemi d’allarme elettrici non sono particolarmente difficili da installare: ecco alcuni informazioni utili per scegliere il tipo di sistema antiscasso più consono ai tuoi bisogni.

I sistemi d’allarme possono essere con o senza fili, cioè le varie apparecchiature costituenti sono collegate oppure no tramite fili elettrici: nel caso di sistemi filari le apparecchiatura sono a più conduttori e vengono installate a muro, nel secondo caso il sistema si basa sulla codifica digitale e sulla trasmissione simultanea delle informazioni su frequenze radio.

Di solito il sistema antifurto è costituito da una centralina elettronica di controllo a cui sono collegati gli organi sensori che rilevano le intrusioni: quando un sensore capta un’intrusione invia il segnale alla centralina che a sua volta mette in atto l’azione per cui è stata programmata come far suonare la sirena o inviare messaggi di allarme telefonici a polizia o istituti di vigilanza.

Importante quindi è individuare i punti che possono con più frequenza essere violati e posizionare lì i sensori: ad esempio, nei condomini, le zone facilmente accessibili ai ladri sono finestre e balconi, oltre ovviamente alle porte, mentre nelle ville sono più vulnerabili tetti e terrazzi.

Quando scegli un allarme antifurto dovrai prevedere il numero di rilevatori da impiantare tenendo presente le caratteristiche, le posizioni dei tuoi locali e la grandezza della tua casa.

Devi anche decidere se adottare un impianto che protegga l’appartamento quando persone o animali sono assenti oppure presenti: a questo scopo esistono sistemi che hanno un funzionamento combinato oppure indipendente, capace cioè di dividere i rilevatori che possono essere attivati separatamente o insieme. Esistono anche sistemi che rilevano il movimento di un corpo e sistemi in grado di trascurare piccole masse come gli animali domestici. Nei sistemi tecnologici più avanzati puoi scegliere tra rilevatori a infrarossi, sensori di movimento, di calore, di pressione e addirittura quelli per rottura di vetri.

Il sistema di allarme filare è sconsigliabile quando il numero di sensori è alto, meglio optare per una sistema senza fili che puoi attivare e gestire con telecomando o tastiera a codice segreto.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI