Come curare il tuo pesce rosso

Guida Guida

Una bella famigliola di pesci rossi per il nostro acquario e siamo tutti contenti. Forse l'animale più diffuso in assoluto: ecco come donargli una vita sana

Parliamo di pesci, o meglio di Carassius Auratus. O perché no Ciprino Dorato. A questo punto direte: ovvero? Semplicemente il classico pesce rosso, precisamente il carassio.

Chi di voi non ha mai avuto la fortuna di vincere un pesciolino alla fiera o comunque di averne uno in casa? Pochissimi, perché questo è un animale domestico molto diffuso benché, purtroppo, abbia spesso vita breve.

Vediamo allora come curare al meglio il nostro amico d’acqua fredda, preparandogli una casa ad hoc.

Prima di tutto, nell’allestimento dell’acquario, è necessario che questo sia il più ampio possibile, soprattutto se deve contenere più di un esemplare (molto meglio, da soli soffrono): più ampio sarà lo spazio (ed efficace il filtro) più e meglio vivrà il nostro pesce.

Nella scelta del contenitore, poi, è utile non comprarlo di forma cilindrica: il movimento del pesce, infatti, genera delle onde, che nelle pareti rotonde vengono respinte con maggior forza infastidendo l’animale ed abbassando le sue difese. Un acquario di vetro rettangolare di dimensione adeguata andrà benone.

La temperatura dipende certamente dal tipo di pesce, ma di base, deve stare in un range che va dai 20 ai 27 gradi centigradi (quest’ultima cifra solo per alcune specie particolari). È importante mantenere la temperatura il più possibile costante, quindi cambiatela spesso (anche per tenerla pulita: nel caso di una vasca grande almeno un paio di volte al mese) e, se lo avete, usate un termoriscaldatore applicato direttamente sulla vaschetta.

L’acqua cambiata non deve essere tutta, ma deve rimanere una parte di essa in modo che il pesce non fatichi ad adattarsi. Cambiando questa, è utile pulire “l’arredamento” dell’acquario con una spugnetta ed il filtro.

Sul fondo dell'acquario è utile mettere uno strato di ghiaia piccola, insieme a piante e pietre per abbellire l’ambiente. È fondamentale che queste, però, siano totalmente pulite.

La casa per il nostro pesce è pronta, per quanto riguarda il cibo, usate mangime adatto per i pesci rossi e non inventate diete particolari. Per frequenza e dose, la scelta migliore è piccole quantità almeno 2 o 3 volte al giorno.

Controllalo

Tenete d’occhio il pesce: è silenzioso ma non dimenticatevi di lui! Guardate come nuota e se ha problemi curatelo subito.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI