Come tenere un furetto in casa

Guida Guida

Il furetto è un animale affettuoso e giocherellone che sa essere anche scattante e molto vivace. Non lo si può quindi condannare a una vita da recluso in gabbia. Questa guida ti spiega come tenerlo in casa nel modo giusto.  

Il furetto è un animale affettuoso e giocherellone che sa essere anche scattante e molto vivace. Inoltre, è un esploratore nato che ama perlustrare il suo territorio fino agli angoli più stretti e nascosti in cui si rintana volentieri a riposare. Condannarlo a una vita da recluso in gabbia potrebbe quindi minare il suo equilibrio fisico e psichico.

D’altra parte non lo si può lasciare incustodito in giro per casa, visti i rischi che può correre e i guai che può combinare. Vediamo quindi come è giusto tenere un furetto quando si vive in appartamento.

Sempre libero, se vigilato

  • Il furetto può essere educato all’uso della cassettina come il gatto. Ci vogliono tempo e pazienza, ma è uno sforzo che è fondamentale compiere se non si vuole lasciare l’animale in gabbia costantemente solo per la paura di dover pulire dove passa.
  • La casa andrà comunque messa in sicurezza: cavi elettrici, nascondigli e vie di fuga (porte e finestre) dovranno essere protetti. Fissate anche mobili o superfici su cui potrebbe arrampicarsi e togliete dalla sua portata sostanze che potrebbero essere tossiche. Attenzione anche alla tavola apparecchiata e al cibo incustodito.

Una gabbia è indispensabile

  • Se non si può stargli dietro e controllare ciò che fa, come quando si dorme o si è fuori casa, è meglio metterlo nella sua gabbietta lasciandogli a disposizione tutto ciò di cui può aver bisogno.
  • Procuratevi una gabbia sufficientemente ampia: per un esemplare solo deve avere dimensioni di almeno 60x50x40cm. Si può scegliere anche una gabbia a più piani uniti da rampe: in questo modo si aumenta la superficie a disposizione dell’animale senza creare un ingombro eccessivo in casa. E poi al furetto piace arrampicarsi.
  • Sceglietela in materiale robusto e facilmente lavabile: quelle in commercio con un fondo di plastica (non grigliato) e pareti in gabbia a barre d’acciaio vanno benissimo ma controllate bene la tenuta delle porte e la loro integrità quando la userete perché il furetto è particolarmente scaltro e potrebbe forzare la chiusura per uscire.
  • Non è necessario mettere materiali assorbenti come segatura o fieno sul fondo, in quanto i furetti tendono a sporcare comunque in un angolo lasciando pulito il resto dello spazio in cui vivono: lasciategli quindi a disposizione una cassettina per i bisogni, foderando il resto della gabbia con stracci, asciugamani o tessuti morbidi e imbottiti, se il vostro furetto non comincia a mangiarli.
  • L’abbeveratoio a goccia con l’acqua dovrà essere invece sempre a disposizione insieme ai suoi giocattoli.


© 8803 - Fotolia.com

 

Odori sgradevoli

Tutti i mustelidi come il furetto emanano un odore particolare dalle ghiandole anali che può essere poco gradevole. La sterilizzazione migliora in parte la situazione. Ma per una risoluzione completa del problema, si può ricorrere alla sacculectomia (rimozione chirurgica delle ghiandole anali). Valutate con il vostro veterinario se è il caso.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI