Come scegliere e collocare i posatoi per pappagalli e uccellini

Guida Guida

Acquistare posatoi inadatti per i nostri pappagalli o uccellini può compromettere la salute delle loro zampe. Scopri come scegliere e collocare quelli giusti.

I posatoi sono gli accessori che vengono in mente per primi quando si tratta di arredare la gabbia o la voliera per uccelli e pappagalli, ma anche quelli verso cui si presta meno attenzione al momento dell’acquisto.

Diametro, materiale e disposizione all’interno della gabbia dei posatoi sono invece molto importanti per qualunque volatile.

Pappagalli e uccellini, a parte i brevi istanti in cui si trovano in volo, stanno in piedi appoggiati a un posatoio per tutte le 24 ore che compongono la giornata. Se non si scelgono correttamente si rischia di ritrovarsi presto a fare i conti con i problemi alle zampe dei nostri amici.

Vediamo quindi come scegliere i posatoi più adatti.

Il diametro

Il diametro ideale per un posatoio è quello che permette alla zampa dell’animale di circondarlo per 2/3. In questo modo le unghie sono sempre a contatto con il posatoio e non tra loro o peggio conficcate nelle dita  a fronte.

Attenzione in particolare con gli uccellini: le gabbie che si trovano in commercio già arredate sono dotate spesso di posatoi di diametro insufficiente a questo scopo.

Materiale

I posatoi possono essere costruiti con i materiali più diversi: plastica, resine, e perfino in materiale abrasivo che lima le unghie evitandovi di dovergliele tagliare, o far tagliare dal veterinario.

Se optate per questo ultimo tipo avrete di certo un compito in meno, ma ricordatevi di controllare periodicamente le piante dei piedi dei vostri amici per assicurarvi che il materiale abrasivo non le stia danneggiando. In ogni caso evitate sempre di sostituire tutti quelli che gli mettete a disposizione con posatoi di questo tipo.

Il materiale migliore per un posatoio resta comunque il legno, soprattutto se opterete per il fai da te andando a raccogliere personalmente  dei rami adatti (vedi DeA TIPS). È la scelta più naturale perché simulerà in tutto e per tutto quanto uccelli e pappagalli trovano nel loro habitat, dove i posatoi sono rami sempre diversi per diametro e forma di sezione anche per tutta la loro lunghezza. Mettere a disposizione nella gabbia un posatoio con diametro e forma non uniforme farà fare una migliore ginnastica del piede ai vostri amici.
Variando continuamente la superficie di appoggio si evita, infatti, che il peso del volatile gravi sempre sullo stesso punto del piede, causando infiammazioni e ulcere.

L’unico inconveniente potrebbe essere per chi ha dei pappagalli i quali si divertiranno a rosicchiarli, ma anche questo sarà un modo per farli sentire più a casa loro e permettergli di crearsi un diversivo per passare il tempo. Controllatene periodicamente l’integrità e sostituiteli quando sono logori.

Disposizione

Qualunque posatoio decidiate di scegliere la loro collocazione non dovrà essere casuale.

I posatoi devono essere tra loro sfasati in modo che gli uccelli possano saltare più agevolmente da uno all'altro e soprattutto che non sporchino con le loro feci quelli che stanno sotto.

Per evitare che la coda si rovini sulle sbarre i posatoi devono essere posti inoltre sufficientemente lontani dalle pareti della gabbia.

Foto © Lsantilli - Fotolia.com

Posatoio fai-da-te!

Per realizzare posatoi per uccelli in legno naturale scegliete piante sicure e che non siano state trattate con sostanze tossiche. Acero, acacia, betulla, castagno, conifere, faggio, pioppo e quercia sono le piante più usate a questo scopo.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI