Life Coornata: il camoscio appenninico è scampato all’estinzione

Guida Guida

Durante il congresso internazionale dedicato al camoscio appenninico è stata data la notizia del superamento di 2000 esemplari di questa specie. 

Ha rischiato l’estinzione ma per fortuna è andata diversamente: il camoscio appenninico ha superato i 2000 esemplari. La notizia è stata divulgata durante il congresso internazionale dedicato a questo importante mammifero tenutosi a metà giugno a Lama dei Peligni, nel Parco della Majella, dove studiosi di tutto il mondo si sono riuniti per fare il punto sul suo stato di conservazione.

L’attività di conservazione del camoscio appenninico è al centro del progetto Life dell’Unione Europea “Coornata”, promosso dal Parco della Majella insieme a Legambiente e a tutti i parchi dell’ Appennino

Il progetto Life Coornata è importante perché per la prima volta le attività di conservazione sono state sviluppate congiuntamente e in forma coordinata da tutti i parchi dell'Appennino centrale interessati dalla presenza del camoscio appenninico.

Il Life Coornata rappresenta un esempio di successo della ricerca made in Italy all’interno dei Parchi dove sono state sperimentate tecniche di cattura e rilascio innovative come le box trap e le up-net.

Il camoscio appenninico è una sottospecie endemica per l'Italia cioè si trova esclusivamente nel nostro Paese e in nessun altra parte del mondo.

All’inizio del Novecento, nell’area poi divenuta Parco Nazionale d’Abruzzo, sopravvivevano poco più di 30 esemplari, un numero troppo basso per garantire la sopravvivenza della specie: se la situazione non fosse mutata, si sarebbe perso per sempre un animale di grandissima importanza per la biodiversità mondiale.

Il camoscio appenninico non va confuso con il camoscio alpino, una specie ampiamente diffusa sull'arco alpino e che gode di una minore protezione. Il camoscio alpino è imparentato con i camosci nord-orientali a differenza di quello appenninico che è più simile ai camosci presenti in Spagna perché imparentato con i camosci sud-occidentali.

Il camoscio appenninico viene considerato dagli zoologi il camoscio più bello del mondo e può essere nominato a pieno titolo quale l'ambasciatore dei Parchi Italiani

Questi splendida specie rappresenta un caso di successo internazionale per le politiche di conservazione e la sua tutela è strettamente legata alle politiche di protezione del territorio in cui vive: senza l’esistenza dei Parchi dell’Appennino, con tutta probabilità, il camoscio non sarebbe sopravvissuto.

Foto © TTstudio - Fotolia.com

Informazioni su Life Coornata

Per maggiori informazioni sul progetto Life Coornata basta visitare il sito www.camoscioappenninico.it
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI