Un Asilo per gli squali azzurri nel nord dell’Atlantico

Guida Guida

Scoperto nel nord dell’oceano Atlantico un asilo per squali: gli esemplari più giovani rimangono in una zona precisa per due anni. 

Grazie all’uso di speciali trasmittenti un team di ricercatori ha scoperto nel nord dell'Atlantico una sorta di asilo di giovani verdesche, cioè squali azzurri, potendo così svelare alcuni aspetti finora misteriosi.

Lo studio scientifico, realizzato da un gruppo di ricerca dell'Università delle Azzorre e guidato da Frederic Vandeperre, è stato pubblicato su Plos One.

Le verdesche o squali azzurri, popolano i mari di tutto il mondo e anche parte del Mediterraneo: vivono generalmente in branchi e sono fortemente sfruttati nella pesca per la produzione di farine di pesce.

Si stima che tra i 10 ed i 20 milioni di esemplari vengano uccisi ogni anno durante le battute di pesca.

La loro carne è commestibile, ma non è considerata particolarmente pregiata: viene consumata fresca, essiccata, affumicata o sotto sale ed inoltre viene utilizzata per produrre farina di pesce, mentre la pelle viene utilizzata per produrre cuoio, le pinne per la zuppa di pinne di squalo e il fegato per l'olio.

Questa specie è caratterizzata da corpo leggero e snello, pinne pettorali allungate e strette, mentre le altre sono corte ed appuntite, testa appuntita e bocca grande e provvista di forti denti triangolari.

Questi predatori marini rimangono tutto sommato sconosciuti, infatti si conosce ancora molto poco riguardo alle loro abitudini ma grazie a questa ricerca sono stati compiuti notevoli passi in avanti.

Le trasmittenti sono state attaccate a 35 squali rendendo possibile monitorare per 3 anni i loro spostamenti e rivelando alcuni dei misteri sulle abitudini di questo squalo particolarmente a rischio.

Si è così scoperta l'esistenza di una specie di asilo d'infanzia nel nord Atlantico, dove si concentrano gli esemplari più giovani per almeno due anni fino al raggiungimento della maturità.

Dopo aver vissuto in questi vivai per due anni, gli esemplari femmine intraprendono migrazioni stagionali verso acque più calde mentre i maschi iniziano esplorano gradualmente i mari fino ad abbandonare la regione in cui sono cresciuti.

Secondo gli autori dello studio queste scoperte sono fondamentali per comprendere come tutelare i territori vitali per assicurarne la sopravvivenza

Foto © storm - Fotolia.com

Dimensioni degli squali azzurri

Da adulti i maschi raggiungono lunghezze medie comprese tra 1,82 e 2,82 metri e le femmine 2,2-3,3 metri: gli esemplari più grandi raggiungono i 3,8 metri.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI