I love barboncino: è il cagnolino più amato dalle star

Guida Guida

Cagnolino tutto pelo, il barboncino conquista sempre più star: da Michelle Hunziker a January Jones, scopriamo qualcosa in più su questo tenero quattro zampe. 

Sempre più star del cinema e della televisione decidono di scegliere come proprio amico a quattro zampe il barboncino, soprattutto quello nano e quello toy, nelle varie tonalità del bianco, del nero, del grigio, del marrone e del richiestissimo color albicocca.

Michelle Hunziker, Belén Rodriguez, Blake Lively, Ellen DeGeneres, Barbra Streisand, e di recente anche l’attrice di "Mad Men" January Jones, hanno ceduto alla dolcezza di questo morbido amico a quattro zampe.

Anche le dive del passato come Grace Kelly, Katharine Hepburn, Elizabeth Taylor e Debby Reynolds amavano farsi accompagnare da un tenero barboncino.

Oggi su Instagram e altri social network è un dilagare continuo di foto di star mentre abbracciano e baciano il loro barboncino nano o toy.

Ma come mai il barboncino è una razza così amata, soprattutto dalle star?

Innanzitutto è una delle razze più costose e quindi rappresenta uno status symbol: per un barboncino toy si arrivano a spendere 2000 euro, se non di più, e poi certamente si tratta della moda del momento. Ma non solo: il barboncino o barbone è una razza antica tra le più intelligenti del mondo animale.

A torto lo si considera un cane delicato, infatti le sue origini risalgono al barbet, un cane usato nella caccia da riporto della selvaggina aacquatica: dunque questo ci fa capire come sia anche un cane molto rustico e piuttosto resistente.

Il barboncino rientra nel gruppo 9 “Cani da compagnia” secondo la classificazione della Federazione Internazionale cinofila: esistono taglie diverse dalla toy, la più piccola, a quella più grande, oltre alla piccola e alla media.

 

Un post condiviso da Michelle Hunziker (@therealhunzigram) in data:

Segni particolari: oltre alla sua andatura trotterellante e su due zampe che l’ha reso celebre come attrazione negli spettacoli circensi, ha il pelo a crescita continua.

Il barbone, infatti, non è dotato di sottopelo e non è caratterizzato dalla muta: ciò significa che il suo pelo cresce continuamente e quindi occorre sottoporlo a toelettaura continua per accorciare la lunghezza dei riccioli morbidi, onde evitare anche la formazione di nodi.

Il barbone è un cane molto intelligente, attento, attivo e facilmente addestrabile: apprende con velocità gli insegnamenti impartiti. Tuttavia se non si è in grado o non si ha voglia di farlo, si rischia di creare una piccola peste capricciosa che prenderà il sopravvento in casa.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI