Come abituare il cucciolo a collare e guinzaglio

Guida Guida

Per poter portare a spasso il vostro cucciolo è necessario che prima impari ad accettare collare e guinzaglio. Ecco come insegnarglielo.

L’arrivo del cucciolo porta sempre una ventata d’entusiasmo in tutta la famiglia. La sua innata curiosità e la sua sete di conoscere il nuovo ambiente farebbero venir voglia a chiunque di regalargli lunghe giornate esplorative, non solo in casa ma anche all’aperto, tra le vie cittadine e i parchi che diventeranno presto meta abituale delle sue passeggiate quotidiane.

Ma non bisogna avere troppa fretta.
Intanto, è bene che il cucciolo venga portato fuori sempre in braccio finché non avrà completato il piano vaccinale prescritto dal veterinario, per evitare il rischio di infezioni. E poi è necessario che prima impari ad accettare collare e guinzaglio che sono gli strumenti base anche per l’Abc della sua educazione.

Il cane, per sua natura, non ama allontanarsi troppo dal padrone. Ma l’ambiente è pieno di stimoli che non è possibile prevedere o controllare, e basta un attimo perché la sua attenzione venga calamitata da un punto lontano: un rumore improvviso, una faccia nota dall’altra parte della strada, un altro cane o un gatto e il vostro cane scapperà via senza che facciate in tempo a pensare di fermarlo.

In lui, grande o piccolo che sia, non c’è coscienza del pericolo e i vostri richiami per fermarlo serviranno a ben poco se ha puntato qualcosa.
E poi c’è il rispetto per gli altri che potrebbero spaventarsi se un cane libero gli si avvicina, o peggio, gli si avventa contro.

In definitiva collare e guinzaglio dovranno diventare strumenti indispensabili per ogni uscita insieme al vostro amico a quattro zampe. Ecco dunque perché è indispensabile insegnargli a tollerarli fin da cucciolo.

Vediamo dunque come si fa.

Prima il collare

Ci vorrà qualche settimana prima che possiate lasciar camminare all’aperto il vostro cucciolo di cane quando uscite. Tuttavia potrete cominciare ad abituarlo al collare, già qualche giorno dopo il suo arrivo a casa vostra.
Lasciate perdere le catene e i collari a strozzo: il suo primo collare dovrebbe essere del tipo con la fibbia.

  • Allacciateglielo in modo da riuscire a infilare due dita tra il collare e il suo collo: è la misura giusta per essere certi che non sia troppo stretto né largo abbastanza da sfilarselo quando andate in giro.
  • Giocate d’astuzia scegliendo un momento in cui sta per succedergli qualcosa di piacevole, come l'ora della pappa, quella del gioco o quella della sua passeggiata.
  • Non scoraggiatevi: almeno le prime volte, cercherà quasi certamente di sfilarselo con le zampe e le unghie. Ignorate questo comportamento e, non appena smette, copritelo di lodi. Dopo un po' distraetelo con un altro evento piacevole e toglietegli il collare, per rimetterglielo più tardi.
  • Di norma ci vorranno solo pochi giorni affinché il cucciolo si abitui al collare. Quando inizierà a ignorarlo, potrete farglielo indossare tutto il tempo.
    Ma fate molta attenzione: il cucciolo crescerà a un ritmo vertiginoso in questo periodo, quindi controllate ogni pochi giorni che il collare non diventi troppo stretto.
  • Più avanti, quando si sarà abituato a essere maneggiato, fatelo abituare anche ad essere trattenuto dal collare: reggete il suo corpo con una mano, per impedirgli di scappare, e girate un dito all'interno del collare.
  • Se si ribella ignoratelo, e lodatelo invece non appena sta buono. Trattenendolo dolcemente in questo modo gli insegnerete ad accettare il fatto di non poter scappare se viene trattenuto per il collare.

E poi il guinzaglio

Quando si sarà abituato a essere trattenuto per il collare potrete allacciare il guinzaglio.

  • Fate prima in modo si abitui alla sua presenza e al suo aspetto lasciando che ci giochi per un po' dopo che sarà stato agganciato.
  • Poi iniziate a prendere il guinzaglio in mano, di tanto in tanto, ma stando fermi mentre lo reggete. In questo modo, il cucciolo imparerà che essere al guinzaglio significa non poter andare dove vuole perché è attaccato a voi. Quando avrà accettato questa restrizione e smetterà di divincolarsi, lodatelo abbondantemente e poi lasciatelo andare.
  • Ora siete pronti per uscire con il vostro cucciolo e lui sarà probabilmente pronto anche per camminare.

    Ma non illudetevi che sia finita qui: avete fatto solo il primo passo che vi permetterà di insegnargli, più avanti, tante altre piccole regole indispensabili per stare in società. Per ora limitatevi a contenere la sua esuberanza e non permettetegli di scatenarsi quando camminate su strade e marciapiedi: adesso che è piccolo tenerlo sarà molto facile e guardarlo saltellare intorno a voi allegramente potrebbe essere pure divertente ma una volta cresciuto non sarà più così.

photo credit: loungerie via photopin cc

Una sicurezza in più con la medaglietta

La legge impone che ogni cane abbia un tatuaggio o un microchip per essere sempre identificabile. Ma è buona norma attaccare comunque una targhetta identificativa al collare del vostro cane col suo e vostro nome e numero di telefono. Chi lo trovasse sarà più invogliato a farvelo riavere presto.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI