Come scegliere il cane di razza: l’alano

Guida Guida

Cercate un cane taglia grande ma affettuoso e buono come il pane? L’alano è quello che fa per voi. Ecco alcune informazioni e curiosità 

Conosciuto anche come “Grande Danese”, l’alano è una razza di cane che con la Danimarca ha in realtà poco a che fare, ma di sicuro è una taglia forte che lascia intravedere una origine comune con mastini e grandi levrieri.

Nel Medioevo era addestrato per la caccia e la difesa. Oggi è allevato per lo più come cane da difesa, ma soprattutto da compagnia. Si tratta infatti di “un gigante buono” che, a dispetto del fisico possente e dei modi un po’ ombrosi con chi non conosce, si distingue per l’animo generoso e giocherellone.

Molto affettuoso coi proprietari ma timido con gli estranei

L’alano è un cane molto equilibrato che ha nella fedeltà ai proprietari il suo punto di forza. È anche molto affettuoso, ma con gli estranei è un po’ schivo e riservato. Per questo ha bisogno di proprietari altrettanto affettuosi ed equilibrati che sappiano contenerne l’esuberanza (vista anche la mole) e al tempo stesso svilupparne la socievolezza garantendogli sempre un contatto con persone diverse dai familiari.

A questo scopo gli è indispensabile fare lunghe passeggiate e vita all’aria aperta per muoversi, sfogare un po’ della sua energia e socializzare, ma non può vivere esclusivamente in giardino perché il bisogno di compagnia e dei padroni in particolare è molto forte.

Occhi e stomaco il suo punto debole

I cani che appartengono a questa razza sono forti e con un fisico asciutto e muscoloso. Anche loro hanno tuttavia dei punti deboli come la predisposizione per certe patologie oculari quali l’ectropion e l’entropion in cui le palpebre sono ripiegate rispettivamente verso l’esterno o verso l’interno rispetto al bulbo oculare, cardiopatie e displasia dell’anca.

Gli alani sono predisposti inoltre come tutti i cani di taglia grande alla dilatazione-torsione gastrica per cui si raccomanda di frazionare la sua razione di cibo giornaliera in due o tre pasti e di evitare di far muovere troppo il cane subito dopo mangiato.

Cure e igiene

L’alimentazione dell’alano deve essere curata anche per qualità e quantità. È fondamentale infatti che la dieta sia corretta e bilanciata soprattutto nei primi anni vita a causa dello sviluppo rapido e importante a cui vanno incontro gli alani (i maschi raggiungono gli 80cm al garrese le femmine 72cm per un peso che oscilla tra i 45 e 55 Kg di peso).

Il suo fabbisogno alimentare è piuttosto alto in termini quantitativi (700-800g di cibo al giorno) ma lo è ancora di più dal punto di vista qualitativo per cui è meglio farsi consigliare bene da veterinari e allevatori esperti anche per quest’aspetto.

Per il resto non ha invece bisogno di cure particolari. Per mantenere bello e sano il suo mantello (di cui sono riconosciute tre varietà: fulvo/tigrato, arlecchino nero/platten e blu) è sufficiente ad esempio una spazzolata una o due volte la settimana e poco più nel periodo di muta.

Un cane da record

A illustrare l’irresistibile fascino di questa razza, nel caso nutrisse ancora dei dubbi, ci pensa George, un alano gigante entrato nel Guinness dei Primati per la sua taglia decisamente extralarge e diventato una star.

Sono nati un fan club, un sito internet (www.giantgeorge.com), vanta migliaia di followers e likers su Twitter, Facebook e persino un libro, ora anche in italiano col titolo di “Giant George. La nostra vita con un alano da Guinness” (De Agostini Editore, 2013), in cui i proprietari Dave e Christie raccontano le strabilianti avventure insieme a un tenerissimo “cucciolo” di 110 chili che divora 50 chili di pappa al mese, ma che sa anche mettersi seduto composto sul divano.

Gli alani non raggiungono tutti queste proporzioni ovviamente ma è vero che i costi per l’acquisto e l’alimentazione sono più alti di quelli medi per altre razze (rispettivamente 1500/2500 euro e 1800 euro l’anno circa).

Photo © CallallooFred - Fotolia.com

L’alano non è per tutti

L’alano è una razza di cane adatta sia come compagnia sia come difesa. Intelligente, equilibrato e molto affettuoso è però un po’ timido con gli estranei e ha bisogno di proprietari che sappiano capirne le esigenze psico-fisiche. Non per tutte le tasche.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI