First Pets: tutti gli animali di Hillary Clinton

Notizia Notizia

Hillary Clinton, la neo-candidata in corsa alla presidenza degli Stati Uniti, ha sempre dedicato grande attenzione agli amici a quattrozampe e alle cause animaliste.  

L’amore per gli animali di Hillary Clinton, la neo-candidata per la corsa alla presidenza degli Stati Uniti, è risaputo: dai classici amici a quattrozampe agli elefanti africani minacciati dal bracconaggio, la Clinton ha sempre dimostrato un grande interesse per le cause animaliste.

First lady dal 1993 al 2001 e poi senatrice e segretario di Stato nel primo “governo Obama”, in quasi 22 anni di vita nella politica americana rivestendo vari ruoli a vari livelli, Hillary Clinton ha riservato sempre un’attenzione speciale per gli animali.

Hillary Clinton nel 2015 con il cane Maisie

Credit @presidentialpetmuseum.com

Non è un caso che la neocandidata democratica alle prossime elezioni presidenziali americane abbia raggiunto il record del 100% del punteggio nella Humane Society Scorecard, la classifica dell’organizzazione animalista che misura l’attenzione dei politici riguardo alle leggi in favore degli animali.

Quando viveva alla Casa Bianca da first lady, in quanto moglie del presidente Bill Clinton, aveva Buddy un cane di razza Labrador, color cioccolato e Socks, un gatto bianco e nero adottato quando i Clinton vivevano in Arkansas.

Una foto della Clinton con Socks e Buddy quando era first lady

Credit @www.whitehousehistory.org

Proprio a Buddy e Socks la Clinton ha dedicato un libro su tutti gli animali domestici presidenziali, uscito nel 1998 “Dear Socks, Dear Buddy: Kids’ Letters to the First Pets Hardcover” e contenente più di cinquanta lettere che alcuni bambini hanno spedito agli animali presidenziali.

Nel volume la ex first lady racconta tante curiosità che riguardano tutti i “first pets” che hanno vissuto alla Casa Bianca, come il pappagallino di Dolley Madison, moglie del quarto presidente degli States, gli animali esotici dei figli di Theodore Roosevelt e Millie, la cagnetta Springer Spaniel di George Bush.

Il libro“Dear Socks, Dear Buddy: Kids’ Letters to the First Pets Hardcover”

Credit @www.abebooks.com

Hillary Clinton non è legata solo ai suoi pets ma è attiva anche in numerose battaglie in difesa di animali maltrattati. Infatti nel 2013 ha lavorato in qualità di avvocato e testimonial in una causa contro il bracconaggio in difesa degli elefanti africani uccisi per soddisfare la crescente domanda di avorio in Cina e nei paesi asiatici.

Inoltre, come senatrice degli Stati Uniti, la Clinton ha sponsorizzato la “Fighting Animal Prohibition Act”, una legge che proibisce i combattimenti tra animali, sia quelli dilaganti tra cani che quelli tra galli: questa norma è stata approvata nel 2005 proprio grazie al suo impegno.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI