Collari e protezione: come dare sollievo al pet da irritazioni e pruriti causati da parassiti

Guida Guida

I disturbi cutanei purtroppo sono molto comuni sia nei cani che nei gatti. Vediamo come si può dare sollievo al proprio pet grazie a collari e prodotti antiparassitari.

Contrariamente a quanto pensiamo, i nostri amici a quattro zampe risultano particolarmente sensibili a varie forme di infiammazioni e di allergie della cute e possono andare incontro a una serie di disturbi, come le dermatiti, che provocano danni non solo al pelo, ma anche alla pelle del nostro pet.

Le dermatiti possono essere dovute a diversi processi infiammatori causati da punture di insetti o parassiti, dall’ingestione di alimenti particolari, da disturbi ormonali, dal contatto con irritanti naturali o chimici e anche dallo stress. Il cane o il gatto possono così iniziare a grattarsi e leccarsi violentemente per una reazione allergica, causando la perdita di pelo e l’insorgere di escoriazioni che potrebbero infettarsi se non vengono curate in maniera appropriata.

Le dermatiti provocate da parassiti sono una conseguenza diretta del morso di alcuni insetti come le pulci, le zecche o le zanzare e i flebotomi. Ad esempio, nel caso delle pulci, questi parassiti quando mordono la cute dell’animale iniettano una piccola quantità di saliva che provoca un’infiammazione. Il cane o il gatto, sentendo fastidio e prurito, iniziano a grattarsi e la loro cute incomincia a presentare alopecia, cioè perdita di pelo, arrossamento, forfora, eczema, eritema e croste.

La dermatite causata da allergia da parassiti è la più semplice da curare: il veterinario indicherà il trattamento più opportuno per risolvere il problema.

Sarà inoltre utile effettuare trattamenti antiparassitari preventivi applicando periodicamente prodotti specifici come pipette spot-on o facendo indossare al cane o al gatto appositi collari antiparassitari

In commercio esistono molte marche di prodotti antiparassitari, una delle linee di maggior qualità e affidabilità è Beaphar, da 75 anni sinonimo di protezione per gli animali domestici. Questa azienda farmaceutica, unica in Europa a produrre anche alimenti, ha messo a punto prodotti innovativi e sani che assicurano a cani e gatti una protezione naturale e completa, impiegando solo essenze ed oli vegetali davvero efficaci contro le minacce esterne e delicate con il mantello e la cute dell’animale.

La linea Protezione Naturale Beaphar offre una gamma completa di prodotti completamente naturali che creano un vero e proprio scudo a protezione dell’animale e dell’habitat domestico. In particolare, i collari per cani e gatti contengono estratti di Neem, pianta nota perché sgradita a parassiti e insetti, che svolge un’azione lenitiva, rinfrescante ed emolliente. I collari sono inoltre disponibili anche nella combinazione “olio di Neem + Lavanda”, una pianta, quest’ultima, nota per la sua azione rilassante e calmante, che, a contatto col calore del vostro pet, sprigiona sostanze naturali attive sgradite a zanzare e flebotomi.

L’uso continuativo del Collare Beaphar assicura al pet una fresca sensazione di benessere: la cute irritata trae sollievo e il bisogno di grattarsi si riduce drasticamente.
A volte la dermatite è causata invece da allergie ambientali indotte da un’intolleranza all’erba dei prati o alla polvere, al polline, alle muffe o ad altri allergeni dispersi nell'aria che possono creare prurito al cane o al gatto, inducendolo a grattarsi, ferirsi e a perdere pelo.

La dermatite nei cani e gatti può inoltre essere causata da infezioni cutanee, innescate da infezioni batteriche, fungine o micotiche che si curano con antibiotici o farmaci antifungini prescritti dal veterinario.

Anche le allergie alimentari sono una causa del prurito in cani e gatti: in genere il motivo è legato alle proteine di origine animale, che si possono trovare nel pollo, nel manzo, nell’agnello, nel maiale, nel pesce o nelle uova, o a proteine di origine vegetale, provenienti dai cereali. Oltre all’ irritazione della cute e alle escoriazioni, le allergie alimentari possono provocare nell’animale anche problemi digestivi, come vomito o diarrea.

In ogni caso, ai primi sintomi di un prurito troppo frequente, è fondamentale portare il proprio pet dal veterinario, che potrà determinare la fonte della reazione e prescrivere una cura appropriata.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI