Come programmare un viaggio in Italia con il proprio animale

Guida Guida

Programmare la vacanza estive con largo anticipo è fondamentale quando si ha un animale. Ecco come recuperare tutte le informazioni necessarie.

Programmare la vacanza estive con largo anticipo è fondamentale quando si ha un animale. E questo indipendentemente dal fatto che si voglia partire portandoselo dietro o che si scelga di lasciarlo a casa, ospitato in una pensione.
L’accesso a qualunque struttura  pubblica di cani, gatti e altre specie considerate d’affezione è regolamentato, infatti, su tutto il territorio nazionale da specifiche norme a tutela della salute degli animali e di tutti quelli che direttamente o indirettamente vi vengono a contatto.

Trattandosi soprattutto di coperture vaccinali che possono variare in parte da una regione all’altra a seconda delle particolari condizioni endemiche, è chiaro che ci si dovrà informare con anticipo in modo da avere tempo per mettersi in regola.

L’ideale sarebbe cominciare a organizzarsi almeno due mesi prima.

Vediamo dunque cosa serve per viaggiare in Italia e come possiamo recuperare tutte le informazioni necessarie.

Documenti in regola
L’accesso alle strutture pubbliche di cani, gatti e furetti è subordinato al possesso di un libretto sanitario che certifichi la copertura vaccinale dell’animale e, nel caso di cani, l’iscrizione all’anagrafe canina.

Rivolgersi all'Asl di destinazione
In linea di massima, quindi, né più né meno di quello che è necessario per tenerlo a casa vostra nel rispetto della salute sua e altrui.
Tuttavia, è meglio rivolgersi telefonicamente all’asl di competenza della regione in cui vogliamo andare e alla struttura in cui vogliamo portare il nostro quattro zampe per chiedere se hanno regole particolari riguardo le malattie contro cui debbono essere vaccinati o i trattamenti antiparassitari a cui devono essere stati preventivamente sottoposti.

Utilizzo dei mezzi di trasporto
Se si intende utilizzare mezzi di trasporto pubblici, tenete presente che i regolamenti possono essere diversi per ciascuna delle varie compagnie aeree, marittime o ferroviarie esistenti. In questo caso conviene consultare i rispettivi siti internet ed eventualmente contattare l’ufficio informazioni per ogni ulteriore chiarimento.


Il problema della programmazione anticipata di chi viaggia con animali al seguito vale anche, e a maggior ragione, per chi intende andare l'estero, ma le cose si fanno un po' più complicate. Nella prossima guida vedremo quindi come districarsi. 

photo credit: jesuscm via photo pin cc

Regole speciali per i cani dei non vedenti

Nel caso di cani per l’accompagnamento dei non vedenti sono previste deroghe e facilitazioni rispetto ai regolamenti vigenti per tutti gli altri cani. In ogni caso, sebbene si tratti di animali accettati ovunque sia in Italia sia all’estero, è preferibile segnalarne la presenza al momento della prenotazione del viaggio.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI