Come curare le ferite di un gatto

Guida Guida

Il tuo gatto si è ferito lievemente e vuoi aiutarlo? Ecco alcuni consigli!  

Il gatto, animale domestico per eccellenza per diffusione ed affetto dei padroni, al pari solo del cane, ha bisognno di una vita attiva, soprattutto da piccolo, per evitare che diventi troppo pigro ed abitudinario.

Se avete a disposizione un giardino, o comunque se non vivete in città dove è difficile lasciare libero un gatto di girare, dategli l'opportunità di fare esperienza in giro, ma occhio alla salute. Può capitare che per zuffe con altri gatti o passaggi in zone pericolose, l'animale si farisca: in questa guida vedremo come curare la ferita del vostro gatto.

Curare con rapidità la ferita aperta del nostro animale, è importante, soprattutto per evitare un'infezione, anche per questo, è sempre meglio fare il tutto in casa o in un luogo chiuso, meno soggetto a contaminazioni o intemperie.

Una ferita superficiale, è facilmente rintracciabile, infatti, se notate che il gatto è particolarmente intento a leccarsi o grattarsi una determinata parte del corpo, questa probabilmente è ferita e necessita di cure. Inoltre, se notate, alla vista o al tatto, delle crosticine, queste potrebbero essere successiva ad una lotta.

Altra "prova", potebbero essere tracce di sangue visibili o anche solo tangibiili sul pelo dell'animale: non sottovalutate mai anche solo una goccia e fate un controllo.
 
Se poi, la ferita è nelle zampe, lo noterete subito dal modo di muoversi del gatto e dal fatto che probabilmente eviterà salti di un certo tipo o corse all'impazzata. Se notate una camminata instabile, date subito un'occhiata.

Se la ferita è effettivamente presente, la prima cosa da fare è pulirla: potrebbe, infatti, essere sporca di polvere, piccoli sassi o terra, o addirittura avere corpi estranei al suo interno. La pulizia è fondamentale, mettete dei guanti e con del disinfettante (acqua ossigenata oppure acqua con un pizzico di sale) ed una pinzetta, cercate di fare un buon lavoro, tranquillizzando il gatto il più possibile.

Potrebbe anche essere utile tagliare il pelo del gatto intorno alla ferita, in modo che  i peli non entrino a contatto con questa, creando problemi nella pulizia e creando un rischio di infezione.

Dopo tutto ciò, mettete una fasciatura (o un cerottino dove il pelo è tagliato)intorno alla ferita, facendo in modo che non vi siano spargimenti di sangue e rimanga pulita: non stringete troppo la benda o infastidirete il gatto, che non si farà più curare da voi, ed assicuratevi che durante tutta l'operazione stia il più tranquillo possibile.

Dopo qualche giorno controllate ed in caso rieffettuate la pulizia: se invece è tutto a posto, levate la benda e fate divertire il vostro amico a quattro zampe!

Veterinario

Segui questi consigli per ferite piccole, in caso contrario, rivolgiti al veterinario.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI