Come fare un albero di Natale a prova di gatto

Guida Guida

E' tempo di pensare agli addobbi, ma hai un gatto in casa? Scopri come fare un albero di Natale "a prova di gatto". 

Dicembre è ormai iniziato da qualche giorno e molti stanno cominciando a pensare di fare l’albero o il presepe. Per chi ha animali in casa si porrà il solito dubbio se valga davvero la pena farli, visto che con molti di loro il periodo di festa rischia di trasformarsi in una battaglia che lascia sul campo parecchie decorazioni rotte e qualche vittima da soccorrere o portare di corsa dal veterinario.

Rinunciare alle decorazioni di Natale non è necessario

Chi ha il gatto, soprattutto, sa bene che non ci sono posti in un'abitazione in cui il piccolo "vandalo" non riesce ad arrivare. Rinunciare non è però l’unica soluzione possibile. Nemmeno con uno o più mici in casa.

Vediamo quindi qualche piccolo trucco per fare un albero di Natale a prova di gatto.

  1. Scegliete bene l’albero: in generale quelli veri sono più pericolosi di quelli finti per un gatto, ma anche mangiare plastica può fargli male, quindi alla fine non è poi così differente scegliere un tipo piuttosto che un altro. Tuttavia, se optate per quello vero, raccogliete spesso gli aghi che cadono a terra e fate in modo di coprire o nascondere la vaschetta per l’acqua. Evitate inoltre di usare fertilizzanti sia per i rami sia per le radici perché potrebbero essere tossici per il gatto.
  2. Attenzione alle dimensioni: vero o finto evitate alberi troppo alti. I gatti adorano scalarli e più sono alti più saranno una tentazione e un divertimento per loro.
  3. Rinforzate la base di appoggio aggiungendo estensione e peso alla base.
  4. Scegliete il posto giusto. L’ideale è un posto da cui tutti possono goderne ma che lascia molto spazio libero ai lati. Mobili o mensole troppo vicini alla parte più alta dell’albero inviterebbero il micio a saltarci su. Inoltre se dovesse cadere rischierebbe di fare più danni. Un’altra caratteristica del posto ideale è la vicinanza a una presa di corrente se intendete metterci luci colorate. Più sarà vicino più sarà facile nascondere i cavi.
  5. Mettete un telo di plastica nel punto in cui volete sistemare l’albero: sarà più facile raccogliere tutto il materiale che inevitabilmente cade da rami e decori.
  6. Fissate l’albero. Per essere certi (o quasi) che l’albero non cada al primo tentativo di arrampicata del vostro micio dovete fissarlo. Bastano due anelli alla parete posti ad altezze diverse o uno al soffitto e del filo da pesca, che è molto resistente ma invisibile: si salvano albero ed estetica. E micio, naturalmente.
  7. Nascondete i cavi. Cercate di nascondere i fili elettrici di luci e carillon il più possibile, soprattutto se avete mici piccoli, i più tremendi in fatto di arrampicate e oggetti rosicchiati. Cospargerli di sostanze poco amate dai gatti può essere un ulteriore statagemma per farglieli lasciar stare, ma potrebbe essere necessario ripetere l’operazione nel corso del periodo in cui l’albero sarà esposto.
  8. Scegliete decorazioni sicure. Non esistono decori a prova di gatto e in generale forme e colori di cui sono fatte quelle più comuni saranno per i vostri amici un’attrattiva. Evitando però le decorazioni in vetro o quelle con parti che si staccano molto piccole, avrete tolto già due grandi pericoli. Il decoro ideale per chi ha un gatto è in stoffa o cartonati, ma alche le palle in plastica sufficientemente grandi rispetto alla bocca del micio possono andar bene. Assolutamente vietate le candele vere.
  9. Evitate i ganci metallici per appendere le decorazioni. Anche se sono già presenti al momento dell’acquisto, sostituiteli con filo, nastri o piccole mollette colorate: i ganci sono la prima cosa che il gatto raggiunge una volta sull’albero e possono essere pericolosissimi se ingeriti.
  10. Disponete con cura le decorazioni: mettetene meno nella parte bassa dell’albero e riservate a quelli più delicati la parte superiore: il gatto difficilmente si spingerà fino alla cima dell’albero.
  11. Evitate festoni e ghirlande luccicanti. Tutto ciò che luccica attira il gatto e il gatto porta tutto alla bocca: meglio evitarle dunque se non volete che faccia scorpacciate di cose indigeribili. Potete sostuirle con nastri in tessuto, purché non troppo fissati o per lo meno che possano spezzarsi se il gatto si lanciasse giù con uno di questi avvolto intorno al corpo.
  12. Attenzione ai regali: pacchi e pacchetti andrebbero messi sotto l’albero solo all’ultimo, soprattutto se non vi è possibile vigilare cosa fa il gatto tutto il giorno. In ogni caso, cercate di togliere al più presto i nastri che, oltre a essere una forte tentazione, possono rivelarsi molto pericolosi per questi animali.

photo credit: macwagen via photopin

Gatti come bambini

Per capire se un oggetto o un prodotto può essere pericoloso per il vostro gatto c’è un trucco infallibile: se è privo del marchio CE o è sconsigliato per un bambino piccolo, non va bene nemmeno per il vostro gatto.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI