Come convincere il vostro gatto a lasciar stare l’albero di Natale

Guida Guida

Fare un albero di Natale con un gatto in casa può essere un’esperienza frustrante e nonostante tutte le precauzioni per metterlo insicurezza si riesce al massimo a limitare i danni. Per passare un Natale tranquillo, senza arrivare a rinunciare ad addobbare la casa, puoi cercare di "convincere" il gatto a lasciarlo stare con un piccolo addestramento. In questa guida trovi come fare

Fare un albero di Natale con un gatto in casa può essere un’esperienza frustrante. Addobbi che cadono e si rompono in continuazione, rami e strenne mangiate, mobili rovinati dal piccolo sempreverde domestico in caduta libera, …ma soprattutto il rischio concreto che il nostro amico si faccia male sono i motivi per cui spesso desistiamo dall’idea di farlo.

Come abbiamo visto non è necessario rinunciare: adottando tutta una serie di precauzioni possiamo limitare i danni e le conseguenze per il micio, nel caso in cui decidesse di arrampicarcisi sopra. Questo, tuttavia, non gli impedirà di provarci se non adottiamo strategie più mirate.

Istinto naturale

In parte possiamo anche capire il nostro piccolo felino domestico: per il gatto quel piccolo alberello tutto addobbato è un pezzo di natura che entra in casa e di quella libertà che troverebbe nel mondo esterno. La nostra preoccupazione è dunque legittima: l’istinto gli dirà di provarci e per quante precauzioni possiamo prendere non c’è limite a ciò che un gatto può fare per mettersi nei guai. Non ci resta quindi che adottare qualche accorgimento in più che impedisca al nostro gatto di tentare l’assalto all’albero di Natale.

  • La cosa più ovvia da fare sarebbe mettere l’albero dove il gatto non può arrivare. Ma questo, come ogni proprietario ben sa, è cosa praticamente impossibile con questo animale.
  • Una valida alternativa è quella di impedirgli l’accesso alla stanza in cui lo teniamo o consentirglielo solo quando siamo presenti, in modo che ci sia possibile supervisionare la situazione.

L’unica vera strategia che ci permetterebbe di vivere tranquilli sarebbe quella di “convincere” il gatto a lasciar stare l’albero di Natale. A molti potrà sembrare più complicato di tenerlo fuori dalla sua portata, ma con un piccolo training e l’aiuto di “dissuasori” si possono ottenere buoni risultati. Vediamo come si fa.

Addestramento

  1. Procuratevi uno spruzzatore per l’acqua come quelli che si usano per il giardinaggio.
  2. Scegliete l’albero e il luogo in cui metterlo con qualche giorno di anticipo. Sistematelo con tutte le precauzioni del caso (telo in plastica, fissaggio a pareti o soffitto) ma senza iniziare a decorarlo.
  3. Ora introducete il gatto nella stanza.
  4. Consentitegli di avvicinarsi all’albero e di annusarlo, se lo desidera, ma siate pronti con lo spruzzatore a portata di mano: se accenna a mordere i rami, arrampicarsi o farsi le unghie sul tronco ditegli un secco “no” e spruzzategli acqua (possibilmente sul dorso anziché sul muso, per non infastidirlo più del dovuto).
  5. Continuate un paio di giorni in questo modo e il gatto si abituerà all’idea che l’albero è lì ma che non vale poi così la pena tentare di avvicinarsi troppo.
  6. Iniziate a decorare l’albero con tutte le precauzioni del caso permettendo al gatto di curiosare ma senza incoraggiarlo a giocare con le decorazioni. Un “no” secco dovrebbe funzionare ma se proprio vedete che vi è impossibile tenetelo in un’altra stanza fino a che non avrete finito.

 

photo credit: key lime pie yumyum via photopin

Dissuasori per gatti

Per velocizzare un po' l'addestramento e rinforzarne i risultati si possono usare anche dei "dissuasori", ossia dei materiali o delle sostanze (di solito amare) che rendano qualsiasi tentativo di approccio all'albero di Natale un'esperienza spiacevole.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI