Come pulire gli occhi del gatto

Guida Guida

Pulire gli occhi del gatto è importante per prevenire blefariti, congiuntiviti fastidiose e colorazioni rossastre del pelo agli angoli vicino al naso. In questa guida trovi le istruzioni per farlo nel modo giusto.  

I gatti sono animali che tengono particolarmente alla loro igiene personale. Tuttavia gli occhi sono spesso un problema anche per il felino più meticoloso. Quando il micio non ce la fa a star dietro a tutto, è il proprietario che deve intervenire.

Perché farlo

Pulire gli occhi del gatto è importante per prevenire blefariti e congiuntiviti fastidiose e dure da mandar via. Ma aiuta anche a evitare anche il formarsi della colorazione rossa del pelo nell’angolo nasale dell’occhio nei gatti a manto chiaro in quest’area. Questa è dovuta infatti all’ossidazione di un pigmento contenuto nelle secrezioni oculari, la porfirina. In pratica a contatto con l’aria questa sostanza assume una colorazione rossastra che lascia una traccia indelebile sul pelo del micio.

Ecco dunque che provvedere noi a una pulizia quotidiana degli occhi del gatto è fondamentale per chi vuole un amico bello e sano.

Come farlo

  1. Procuratevi cotone idrofilo o meglio ancora garze, che sono più efficaci contro lo sporco più ostinato e non rischiano di far lasciare pelucchi fastidiosi sul muso del gatto.
  2. Procuratevi un liquido adatto: esistono soluzioni veterinarie specifiche ma in mancanza di questo si possono usare infuso di camomilla, acqua borica o fisiologica. In emergenza può andar bene anche semplice acqua tiepida.
  3. Preparate tutto l’occorrente e poi afferrate il gatto. Se lo abituate a questo tipo di pulizia in breve tempo non farete fatica e potrete farlo anche cogliendolo in un momento in cui è tranquillo. Altrimenti conviene approfittare dei momenti dedicati alla spazzolatura.
  4. Inumidite il batuffolo o garzina e detergete bene la parte senza sfregare troppo. Per lo sporco più ostinato prendete piuttosto un nuovo batuffolo imbevuto e ripetete l’operazione.
  5. Approfittate di questo momento per controllare la presenza di segni anomali: occhi arrossati, colorazione insolite, lacrimazione eccessiva nonostante i vostri sforzi o purulenta, o addirittura difficoltà del gatto a tenerli aperti. Potrebbero essere la spia di infezioni o altri problemi medici in atto. Meglio quindi rivolgersi subito a un veterinario.


Photo © Kavita - Fotolia.com

 

Esotici e persiani più a rischio

La cura degli occhi deve essere particolarmente attenta e costante nei gatti appartenenti a razze dal muso più tozzo e infossato e dal bulbo oculare sporgente come Exotic e Persiani. Queste caratteristiche rendono, infatti, l'occhio del micio più vulnerabile all’aggressione degli agenti esterni (polvere e particelle sospese nell’aria) e quindi anche a traumatismi e secrezione lacrimale eccessiva.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI