Come prevenire gli effetti collaterali dell’erba gatta

Guida Guida

L’erba gatta non sempre causa reazioni positive: su alcuni felini può determinare effetti collaterali spingendoli a comportarsi in maniera insolita. 

Cerca di non fare mai mancare al tuo micio dell’erba gatta per aiutarlo a risolvere i problemi digestivi: l’erba gatta, anche nota come erba gattaria, rappresenta sia una fonte di vitamine che un purgante molto efficace.

La erba gatta più nota è la Valeriana officinalis, una pianta dall’odore penetrante con effetti terapeutici e rilassanti per gli uomini e che esercita invece un’azione eccitante sui gatti. Un altro tipo di erba gattaia è il Teucrium marum, originaria dei paesi del Mediterraneo occidentale, caratterizzata da un odore pungente e intenso e dal sapore amaro e molto piccante. Anche la Nepeta cataria, una pianta aromatica che emana profumo di menta, è un’erba gatta molto stimolante per i felini.

L’erba gatta, il cui principio attivo è il nepetalactone, percepito dai gatti attraverso l’odorato, attrae la gran parte dei felini, sia di piccola che di grossa taglia.

L’erba emana un odore particolare che ai mici ricorda il feromone, l’ormone dell’accoppiamento: dunque l’erba equivale per loro a un potente stimolo sessuale.

Tuttavia non a tutti i gatti provoca le medesime reazioni: risulta attraente per almeno due terzi dei felini mentre un terzo ne sarebbe immune. Studi scientifici hanno infatti stabilito che la suscettibilità all’erba gatta si trasmetterebbe per via ereditaria.

Le reazioni all’erba gatta possono essere di diverso tipo: alcuni felini sviluppano un atteggiamento docile e sornione mentre altri gatti diventano aggressivi iniziando a strofinarsi energicamente contro l’erba e rimanendo agitati ed iperattivi per un quarto d’ora circa. Dunque strusciandosi contro l’erba, masticandola e leccandola, alcuni mici potranno esserne stimolati al punto da diventare aggressivi, mentre altri subiranno un effetto leggermente sedativo.

Nel caso in cui i gatti diventino troppo eccitati, soprattutto se si tratta di esemplari anziani o obesi si potrebbero verificare dei problemi di salute come irritazioni o sensibilizzazioni del tratto gastroenterico, causando l’insorgenza di vomito o diarrea.

Sarebbe quindi il caso di tenere il proprio gatto lontano dall’erba gatta evitando la presenza di queste piante in giardino.

Foto © grafikplusfoto - Fotolia.com

Vitamine e Sali minerali

L’erba gatta è ricca di vitamine A, C e complesso B, sali minerali in tracce e alcuni olii essenziali.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI